fbpx

Acqua, situazione critica nel catanzarese: “sprechi incredibili e ingiustificati, la gente sia più parsimoniosa”

acqua-pubblica_fondo-magazineProsegue la situazione critica per l’approvvigionamento idrico in provincia di Catanzaro. Una condizione allarmante dettata, secondo la Sorical (la societa’ operativa in Calabria per la gestione della distribuzione di acqua potabile) dall’eccessivo consumo di acqua, soprattutto per usi diversi da quelli civici. A ribadire le criticita’ e’ il responsabile di zona della Sorical, Tommaso Laporta. “Stiamo distribuendo quantitativi di acqua incredibili – ha affermato all’AGI – e ci sono nostre squadre al lavoro senza sosta, anche con l’obiettivo di prevenire qualunque disservizio e per essere pronti in caso di problemi e guasti alle condotte. Nonostante questi sforzi immani, pero’, i serbatoi si svuotano con una facilita’ che fa venire i brividi”. “E’ una situazione – dice ancora Laporta – che colpisce tutto il territorio della provincia di Catanzaro, dove stiamo utilizzando tutte le risorse disponibili”. Gia’ nei giorni scorsi Laporta aveva lanciato un appello in tal senso, ma non ci sono stati miglioramenti e della condizione sono stati informati anche il prefetto di Catanzaro e la Protezione civile. La Sorical chiede di utilizzare l’acqua per gli usi consentiti, evitando irrigazioni o consumi non dovuti come il lavaggio di autovetture. “Abbiamo verificato le presenze medie – ha aggiunto Laporta – e il consumo attuale non puo’ essere assolutamente giustificato. Per questo lanciamo un appello alla popolazione ad essere piu’ parsimoniosa, le riserve di acqua non sono illimitate”.