Riorganizzazione della Polizia municipale di Cosenza: il vice comandante Roberta Iazzolino riceve il grado di Maggiore

Roberta IazzolinoInsieme all’esperienza del comandante Ugo Dattis, l’alta professionalità del  maggiore Iazzolino andrà a supportare dal punto di vista operativo il cambiamento nella gestione dei luoghi più sensibili.
All’interno della Polizia municipale, è prevista, infatti, la costituzione di un neo nucleo per il decoro urbano che andrà a incidere sulle seguenti sezioni:

-Polizia ambientale ed edilizia (discariche abusive, lotta all’amianto, osservanza delle regole relative alla raccolta differenziata, abusi edilizi, corsi d’acqua);
-Polizia annonaria e commerciale (vendite abusive, contraffazioni e controllo delle attività);
-Polizia tributaria (casi di evasione fiscale).

Particolare attenzione, poi, sarà rivolta da parte dei Vigili all’accoglienza e al turismo “La riorganizzazione che abbiamo posto in atto nella Polizia municipale – afferma il sindaco Mario Occhiuto – si basa su un fatto di equità e di giustizia nei confronti dei cittadini e del loro diritto al decoro urbano. Al coordinamento generale del comandante Dattis, a cui esprimo le mie sentite congratulazioni, va ora a unirsi la professionalità di una giovane donna, la vice comandante Roberta Iazzolino, alla quale porgo gli auguri di buon lavoro, per un rinnovato e più motivato impegno al servizio della città”.

Roberta Iazzolino, 45 anni, laureata in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli, abilitata all’esercizio della professione forense presso la Corte d’Appello di Catanzaro, vice comandante della Polizia Municipale di Cosenza dal 01.07.1999, con conferimento dell’incarico di Alta professionalità dal 1 dicembre 2012, ha conseguito un master in management delle amministrazioni territoriali presso l’UNICAL ed una formazione specifica in materia di sicurezza per l’ambiente, tutela del territorio e tecniche di polizia giudiziaria ambientale presso la Scuola Superiore di Amministrazione Pubblica degli EE.LL. di Roma.
Più volte docente e membro di commissione di esami per concorsi della Polizia Municipale nell’ambito della provincia ha maturato esperienze di gestione del  processo organizzativo dell’intera struttura complessa del Corpo di Polizia Municipale coordinando specifici progetti, anche interforze quale referente provinciale per la Polizia Municipale, ed ha svolto prevalentemente attività operative di controllo del territorio  per le quali ha conseguito un attestato di benemerenza ed  un elogio scritto.