fbpx

Regione Calabria, Il presidente Talarico sul premio “Pericle d’oro”

Calabria
“Il “Pericle d’oro”, appuntamento di rilievo della riviera dei Gelsomini, ha saputo costruire nelle 21 edizioni della sua storia, un percorso di grande valenza sociale, diventando testimonianza concreta di quei valori positivi incentrati sulla cultura che rappresentano la risposta più autentica per l’affermazione di una democrazia e di una libertà più compiute”. E’ quanto afferma il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico che ieri a Bovalino è stato tra gli insigniti del premio organizzato dal maestro Domenico Savica ed insieme al capo di gabinetto Pasquale Crupi ha proceduto anche alla premiazione delle altre personalità (della vita artistica, letteraria, ricerca scientifica, giornalismo) al centro dell’importante evento.
“Ho vissuto – prosegue il presidente Talarico – un’intensa pagina di vitalità, solidarietà umana e senso profondo di appartenenza alla comunità, che, soprattutto nei momenti difficili, rappresenta il valore aggiunto di noi calabresi.
Il carattere internazionale della manifestazione contribuisce a richiamare l’attenzione sull’intera Locride, che per le sue potenzialità turistiche, per la bellezza dei suoi borghi, per la storia e il fascino della Magna Grecia su cui aleggia lo spirito di Pericle, costituisce una scommessa per l’intera regione, richiamando l’importanza che la politica, le istituzioni e le tante forze vitali del territorio facciano rete per favorire il rilancio e la promozione della nostra terra.
Ed è anche attraverso eventi come questi – conclude il presidente Talarico – che si realizza un ritorno d’immagine per la Calabria, accendendo i riflettori sul patrimonio archeologico e storico di cui la Locride è così ricca, alimentando, anche per questa via, un circuito virtuoso in termini culturali economici e di relazioni internazionali.