fbpx

Reggio, Tilde Minasi: “riportare i Bronzi di Riace nella loro sede naturale”

images“Non è più procrastinabile l’attesa dei reggini, degli appassionati di arte e dell’intero mondo culturale italiano e non, per rivedere nella loro sede naturale i Bronzi di Riace, simbolo della città dello Stretto, ma anche della gloriosa civiltà di cui le due statue sono rappresentanti”.
Lo dichiara il consigliere regionale del Pdl Clotilde Minasi con riferimento ai gravi ritardi accumulatesi per la riapertura del Museo Nazionale della Magna Grecia.
“E’ fondamentale mantenere viva l’attenzione sullo status attuale di Palazzo Piacentini, affinché le sue stanze possano al più presto riaprirsi alla fruizione dei visitatori ed essere le custodi di preziosi tesori che meritano degli spazi adeguati con in testa, appunto, i due Guerrieri da troppo tempo ‘a riposo’ a Palazzo Campanella. In un momento di particolare crisi, come quello attuale – aggiunge la Minasi – i beni culturali, insieme all’indotto da essi prodotto, potrebbero costituire uno degli input più significativi per sostenere il tessuto sociale ed economico del territorio, coniugando le bellezze naturali e paesaggistiche a quelle storiche, soprattutto se di rilevante importanza dal punto di vista scientifico e sotto l’aspetto culturale. Un’auspicata linfa vitale che giunga per la Calabria dal comparto turistico – conclude il consigliere regionale – non può essere avulsa dalla riapertura, in tempi brevi, del Museo reggino: ecco perché ci rivolgiamo a chi di competenza affinché acceleri il più possibile un iter sino ad oggi, purtroppo, scandito da lentezze non più giustificabili che, da qualche anno a questa parte, hanno sottratto alla comunità un patrimonio che va necessariamente tutelato e conservato in quanto risorsa e non lasciato in una incomprensibile condizione di oblio”.