fbpx

Reggio, lettera di sfogo di un gruppo di dipendenti comunali a StrettoWeb: “A chi dobbiamo ringranziare?”

images

Lettera di sfogo di un gruppo di dipendenti comunali inviata a StrettoWeb:”A chi dobbiamo ringranziare?”

Dopo il rigetto del reclamo sulla PEO, adesso, a chi dovremo ringraziare noi dipendenti comunali per le gravi conseguenze che, probabilmente da oggi in poi, saremo costretti a subire con le nostre famiglie e, per tutti i fastidi che inevitabilmente dovremo affrontare, comunque pronti e determinati a farlo, per tutelare nella legalità, ma con qualsiasi mezzo, il diritto a conservare il nostro già misero stipendio da quattrosoldi?
All’ex sindaco Arena, che ha avuto con la sua Giunta politica quando era in carica, l’infelice idea di mettere in bilancio i 22 milioni di euro del fondo dei dipendenti ( che peraltro non potevano essere toccati, operazione che fa configurare la reale ipotesi di reato di falso in bilancio), per far diminuire un buco che altrimenti mandava in dissesto il Comune di Reggio Calabria?
Ai dirigenti ed al Segretario Generale, che non hanno provveduto a mandare le controdeduzioni al MEF, né quando era in carica la Giunta Arena, né successivamente dopo l’arrivo dei Commissari Prefettizi, né hanno provveduto ancora oggi a farlo?
Per la cronaca, le controdeduzioni avrebbero potuto attenuare, se non eliminare del tutto, le anomalie contrattuali mosse a seguito dei rilievi da parte degli Ispettori Ministeriali.
Agli stessi Commissari che, sembra si siano accaniti proprio contro la parte più debole e senza alcun ruolo nella vicenda, incolpevole, in quanto solo destinataria della Peo, continuando però a portare avanti quegli atti discutibili posti in essere dalla Giunta Arena, risparmiando così i veri responsabili di tutta la questione?
Chi è stato superficiale a gestire fin qui la questione della PEO, ha messo in conto la portata e le conseguenze che potrebbe avere l’intera vicenda, dopo il rigetto del reclamo e del possibile decurtamento delle somme sugli stipendi? E’ pronto quantomeno ad assumersi la piena responsabilità di fronte a probabili gesti inconsulti che, a sentire in giro, qualcuno potrebbe commettere?
Certo è che, contro chi è poco incline ad usare il buon senso e, soprattutto, contro ogni cattiva amministrazione che non conosce cosa sia la vergogna nemmeno quando riesce a provocare danni incalcolabili a migliaia di famiglie reggine, che cosa c’è di meglio se non consegnare i certificati elettorali e non aver più a che fare con questa misera e sporca politica lontana anni luce dai bisogni della gente?

Un gruppo di dipendenti comunali arrabbiati…