fbpx

Reggio, l’associazione Re.Se.T. incontra i commissari che guidano il Comune

images 4Nei giorni scorsi, una delegazione dell’associazione di promozione sociale Re.Se.T. Reggio Calabria – Reggini al Servizio del Territorio – rappresentata dal Presidente Avv. Armando Neri, dal segretario del consiglio direttivo Marco Torchia e da alcuni soci, ha incontrato la Commissione straordinaria del Comune di Reggio Calabria.
L’incontro è avvenuto presso la sede istituzionale di Palazzo San Giorgio, alla presenza del coordinatore della Commissione, prefetto Vincenzo Panico, e del vice prefetto Giuseppe Castaldo.

In un clima colloquiale e di confronto sui temi caldi che interessano la Città, i Commissari hanno manifestato il loro apprezzamento nei confronti dell’associazione Re.Se.T. che, con i propri i soci ed altri volontari, durante il mese di giugno si è dedicata al servizio del territorio nell’ambito dell’iniziativa “Resettiamo le piazze”. Iniziativa che ha reso possibile restituire dignità a quattro piazze della Città di Reggio Calabria: Piazza S. Caterina, Piazza Largo Torricelli Pescatori, Piazza Unicef e Piazza Municipio a Pellaro.

Questi luoghi sono stati restituiti alla cittadinanza, con un’attività di ripristino del decoro resa possibile grazie al contributo di tempo e fatica sia dei soci di Re.Se.T., sia dei tanti cittadini che ogni domenica sono accorsi numerosi per sostenere fattivamente l’iniziativa.

L’agorà rappresenta storicamente il luogo in cui ci si ritrova, si discute. Nel corso del cordiale incontro con i Commissari, l’associazione Re.Se.T. ha posto l’attenzione sulla necessità di provvedere al controllo ed alla manutenzione delle piazze “Resettate”, affinché quanto di buono è stato fatto sinora non venga vanificato. L’associazione si è fatta anche portavoce nei confronti dei Commissari delle numerose istanze provenienti dai cittadini e raccolte durante le domeniche di lavoro, fra le quali particolare rilievo assumono: il degrado continuo in cui versa Piazza Unicef, l’assenza dell’orologio in Piazza Municipio a Pellaro e l’inquinamento del torrente Macellari. I Commissari, preso atto delle richieste dell’associazione, si sono resi disponibili ad individuare le soluzioni più idonee, manifestando anche la volontà di delineare con Re.Se.T. un programma di interventi a servizio del territorio.

Il vice prefetto Castaldo ha sottolineato come tra i compiti della Commissione vi sia quello di favorire processi di partecipazione della cittadinanza alla vita amministrativa della città.
Il coordinatore della Commissione, prefetto Panico, ha voluto evidenziare come troppo spesso la città venga “segnata” da comportamenti irriguardosi del vivere civile, come nel caso dall’abbandono di rifiuti di ogni genere sulle vie pubbliche. Micro discariche abusive che, per insipienza di alcuni, offendono e limitano, troppo spesso, la stessa piena frequentazione di spazi ed aree pubbliche destinate ad essere vissute dalla comunità reggina.