fbpx

Reggio calabria, rassegna “Il sasso in bocca”, Fabio Buonofiglio ospite venerdì 5 luglio

0Di Graziella Maccarrone

È il turno di Fabio Buonofiglio alla rassegna “Il Sasso in bocca”, organizzata dalla cooperativa sociale I-Chora e dal coordinamento reggino di Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie, all’interno della Bottega della LegalitàDodò Gabriele”, presso il Consiglio regionale della Calabria.

Dopo il successo del secondo incontro con lo scrittore e giornalista Claudio Cordova, sarà ospite Fabio Buonofiglio, venerdì 5 luglio alle ore 18.00, giornalista ed editore di Corigliano, direttore responsabile della testata AltrePagine; il suo libro-inchiesta “Ndrangheta ex padrona”è un resoconto della città di Corigliano, in un momento delicatissimo per la sua storia, all’indomani dello scioglimento del Comune per mafia.
Sarà, quindi il tema degli scioglimenti al centro del dibattito del terzo incontro della kermesse.

Il libro ricostruisce e narra la singolare storia d’uno dei soli due casi – sui 217 complessivi dal 1991 ad oggi – in cui ad essere estromesso è un sindaco donna. È il giugno 2009: Pasqualina Straface è il primo sindaco donna nella storia di Corigliano Calabro, il più popoloso comune della provincia di Cosenza. La sua elezione segna l’ingresso della ‘ndrangheta nel Municipio: lo scrivono i magistrati Antimafia ancor prima della Commissione d’Accesso agli atti nominata dal Prefetto, del Ministro dell’Interno e del Presidente della Repubblica che nel giugno 2011 scioglie il Comune. Dopo ventiquattro mesi d’amministrazione “in condominio” coi boss.

Buonofiglio aveva però già scritto di ciò, ben sei mesi prima che venissero finalmente scoperte le carte.  Continua, così, il percorso intrapreso dalla coop. I-Chora e Libera, che intendono, attraverso la narrazione degli scrittori, togliere simbolicamente “il sasso dalla bocca” a chi è obbligato a tacere.