fbpx

Polistena (Rc), Emergency apre un poliambulatorio per accogliere i migranti in locali confiscati alla ‘ndrangheta

mediciUn nuovo Poliambulatorio è stato aperto a Polistena, in provincia di Reggio Calabria, da Emergency. E’ il terzo che l’organizzazione apre in Italia, e nasce in collaborazione con Libera, la cooperativa Valle del Marro, la parrocchia S. Marina Vergine e Unicoop Firenze che in citta’ stanno realizzando un polo culturale contro le mafie in un palazzo confiscato alla ‘ndrangheta, assegnato alla parrocchia Santa Marina Vergine e ristrutturato grazie ad un bando della Fondazione con il Sud. Il Poliambulatorio di Polistena offrirà cure gratuite alle persone indigenti e ai migranti.Tre mediatori culturali svolgeranno attivita’ di consulenza e orientamento socio-sanitario, si occuperanno delle pratiche per il rilascio del codice Stp (Straniero temporaneamente presente, che garantisce anche agli stranieri non regolari l’accesso al Servizio sanitario pubblico) e accompagneranno i pazienti che necessitino di esami o visite presso le strutture pubbliche. Emergency, e’ scritto in una nota, ha iniziato a lavorare nella zona nel 2011, con un ambulatorio mobile che prestava assistenza soprattutto ai migranti impegnati come braccianti nelle campagne della Piana di Gioia Tauro. Sono tutti braccianti agricoli anche i primi pazienti visitati al nuovo Poliambulatorio: dolori muscolo-scheletrici, dermatiti e patologie gastrointestinali sono le patologie ricorrenti, tutte determinate dalle difficili condizioni di vita e di lavoro.