fbpx

Catanzaro, Operazione “Wind farm”: sottoposto nuovamente a sequestro il parco eolico di Isola Capo Rizzuto (KR)

Foto auto di servizio della guardia di finanzaNella giornata odierna i finanzieri del g.i.c.o. del nucleo di polizia tributaria di catanzaro, in esecuzione delle ordinanze emesse dal tribunale di catanzaro, seconda sezione penale,  hanno nuovamente sottoposto al vincolo del sequestro il parco eolico wind farm icr di isola capo rizzuto, ritenuto uno dei più grandi d’europa, oltre a tre società (vent1 capo rizzuto s.r.l., purena s.r.l. e veda s.n.c. di fabiola ventura) già sottoposte a sequestro nel mese di luglio dello scorso anno in esecuzione del decreto cautelare all’epoca emesso, in via d’urgenza, dalla procura della repubblica di catanzaro, d.d.a., in quanto ritenuti riconducibili alla cosca arena.

 In effetti, successivamente al sequestro del luglio scorso, in data 30.10.2012 il gip presso il tribunale di catanzaro disponeva il dissequestro delle suddette società e del parco eolico wind farm icr, anche in relazione all’esito del riesame della posizione di alcuni soggetti coinvolti nella vicenda in qualità di interponenti nella titolarità del parco medesimo tra i quali, in particolare, pasquale arena (cl. 53) nipote del boss nicola arena (cl.37).

Tale decisione del g.i.p., in data 10.11.2012 veniva appellata dalla procura della repubblica di catanzaro innanzi al tribunale del riesame alla sede.

In esito al suddetto appello il prefato tribunale, con 4 distinte ordinanze  depositate in data 25.07.2013, accogliendo il ricorso della procura, e riconoscendo la bontà dell’assunto investigativo, annullava l’ordinanza di dissequestro emessa dal gip.

In particolare, si tratta di 4 ordinanze (n. 241, 242 243 e 244) emesse dal tribunale di catanzaro nei confronti di:

  • Arena nicola cl.64  nella sua qualità di amministratore della purena s.r.l.;
  • Gobbi massimiliano nella sua qualità di amministratore della seas s.r.l.;
  • Frick martin josef nella sua qualità di amministratore della vent1 capo rizzuto s.r.l.;
  • Gobbi roberto padre di massimiliano,

Con le quali il medesimo tribunale,  nell’annullare il provvedimento di dissequestro a suo tempo operato dal gip, in accoglimento delle istanze dagli stessi presentate,  ha disposto il sequestro preventivo delle seguenti società con relativi complessi aziendali  tra cui il  parco eolico wind farm icr:

  • Società vent1 capo rizzuto srl con sede legale in crotone (kr);
  • Società purena srl con sede legale in isola capo rizzuto (kr);
  • Società veda snc di ventura fabiola & c. Con sede legale in isola di capo rizzuto (kr),

Cui è stata data esecuzione in data 30.07.2013 dai finanziari del gico di catanzaro sotto la direzione del procuratore aggiunto presso la direzione distrettuale antimafia di catanzaro, dott. Giovanni bombardieri.

Si fa presente, infine, che, nel contempo, anche la  decisione del tribunale del riesame di catanzaro che annullava il provvedimento di sequestro emesso nel luglio 2012 dalla locale d.d.a. a carico di pasquale arena cl.53, su ricorso proposto dalla procura della repubblica alla sede, è stata  annullata con rinvio per nuovo esame dalla suprema corte di cassazione – seconda sezione penale, con sentenza n. 2012- 44420 del 22.03.2013.