fbpx

Catanzaro: incontro sulla gestione della Funicolare

catanzaroSi è svolto, nei giorni scorsi, un primo incontro tra l’Amministrazione Comunale di Catanzaro, nella persona del Sindaco Abramo, i rappresentanti di Ferrovie della Calabria e dell’AMC nonchè le organizzazioni sindacali presenti in queste aziende per individuare un percorso condiviso per il passaggio della gestione della Funicolare di Catanzaro da FdC ad AMC.

La storica Funicolare di Catanzaro ripristinata e ripartita, anche allora era Sindaco Sergio Abramo, nel 1998 con gestione affidata a Ferrovie della Calabria, ebbe un periodo di vero e proprio boom, arrivando a trasportare anche oltre 5.000 persone al giorno. Questo durò qualche anno, poi incuria, problemi strutturali ed idrogeologici, scelte sbagliate, politica tariffaria poco oculata e quant’altro, hanno fatto sì che il giocattolo si rompesse quasi letteralmente.

Adesso il problema è tornato all’attenzione dell’Amministrazione Comunale, proprietaria della struttura, che ha dimostrato concretamente di volerla riportarla ai fasti di qualche anno addietro. Ed il Sindaco Abramo ci ha piacevolmente sorpreso con una esaustiva e completa analisi delle cause che hanno portato al dissesto economico e strutturale dell’ex “fiore all’occhiello” della Città. Quasi altrettanto completa è stata la “cura ricostituente” che il Sindaco ha detto di voler adottare per risolverne i problemi più gravi (sistema integrato del trasporto urbano con centro nevralgico a Catanzaro Sala, compresa l’integrazione tariffaria tra i diversi vettori legati all’AMC; ristrutturazione e ripristino del tapis-roulant di Sala; rilancio e velocizzazione dell’iter di costruzione del cd. “pendolo”; rivisitazione, anche strutturale, dei collegamenti di Trenitalia; ecc.).  Unica “carenza”, nella esposizione del Sindaco: il mancato inserimento della tratta ferroviaria metropolitana Gagliano-Catanzaro Lido di Ferrovie della Calabria nella integrazione vettoriale e tariffaria, parcheggi compresi, nel sistema di trasporto urbano del Capoluogo.

Nell’augurarci che, al più presto, i fatti concreti seguano gli impegni verbali, registriamo positivamente anche l’attivazione del tavolo tecnico che avrà il compito di predisporre e valutare l’intero pacchetto che guiderà il passaggio di gestione della Funicolare tra le due aziende del Tpl calabrese.