fbpx

Caltagirone, dopo l’incontro con l’Amministrazione sospeso lo stato di agitazione dei vigili urbani

imagesSospeso, per le festività del patrono San Giacomo, lo stato di agitazione dei 40 vigili urbani di Caltagirone, che rivendicano dal Comune il pagamento di numerosi emolumenti arretrati: la produttività 2011, le indennità di turnazione, i festivi, le reperibilità e gli straordinari 2012 e 2013 (in media circa 5mila 500 euro lordi a testa). Ciò significa che, nei giorni 23, 24, 25, 31 luglio e 1 agosto, vale a dire le giornate – clou della festa, i servizi di assistenza, viabilità, rappresentanza e ordine pubblico potranno essere garantiti senza intoppi.
A darne notizia è la segreteria locale del Silpol, il sindacato della polizia municipale, dopo la riunione svoltasi stamani, nei locali del comando della polizia municipale, in via Fontanelle, nel corso della quale i rappresentanti dell’Amministrazione comunale (l’assessore al Personale e vicesindaco Salvatore Piazza e l’assessore alla Polizia municipale Giuseppe Marranzano) si sono impegnati ad andare incontro alle legittime richieste avanzate dai vigili urbani, pagando in dodicesimi le somme appena si costituirà il fondo salario accessorio.
“Gli operatori della polizia municipale – si sottolinea dal Silpol calatino – hanno dimostrato grande senso di responsabilità, rinunciando ad attuare azioni di protesta che avrebbero creato non poche difficoltà in occasione di giornate steategiche e caratterizzate da un enorme flusso di visitatori, oltre che dalla presenza sulle strade di tantissimi calatini che, come ogni anno, non rinunciano a una festa a cui sono particolarmente legati”.
Anche gli assessori comunali Piazza e Marranzano rilevano “l’elevato senso di responsabilità e attaccamento alla città della polizia municipale, che testimonia così, pur nella legittimità e condivisibilità delle proprie rivendicazioni, di voler dare il proprio massimo contributo al migliore andamento di una festività molto attesa e sentita”.