Sicilia, l’assessore Lo Bello a Milano in vista degli Stati generali delle aree protette

images“E’ stata una grande opportunità quella di partecipare oggi a Milano all’incontro con le altre Regioni promosso da Federparchi in vista degli Stati generali delle aree protette. Abbiamo portato quella che è l’ esperienza siciliana avviata dalla Giunta Crocetta, impegnata intanto a recuperare il Parco dei Monti Sicani e soprattutto a realizzare un’inversione di tendenza rispetto alla tutela dell’ambiente e al turismo ecosostenibile pianificando politiche per il territorio che rendano produttivi parchi e riserve naturali della Regione siciliana. E’ la rinascita della Sicilia che viene vista dalle altre Regioni con grande interesse e simpatia, questo ci rende orgogliosi e ci stimola ulteriormente ad andare avanti in questa direzione”. Lo afferma l’assessore al Territorio e Ambiente della Regione siciliana, Mariella Lo Bello, a margine della tavola rotonda “Il futuro dei parchi regionali” che si è svolta oggi nell’auditorium Testori, in piazza Lombardia, a Milano, durante il quarto appuntamento di avvicinamento agli Stati generali delle aree protette. Tra i partecipanti, oltre al presidente nazionale di Federparchi Giampiero Sammuri e all’assessore Lo Bello, Anna Rita Bramerini, assessore all’ambiente della Regione Toscana, Renata Briano (assessore all’Ambiente della Regione Liguria), Claudia Terzi (assessore all’Ambiente della Regione Lombardia) e Gianluca Vignale (assessore all’Economia verde della Regione Piemonte). La presenza di aree protette – è stato sottolineato durante l’incontro – è un’opportunità di crescita socio-economica per ogni territorio, dove poter conservare biodiversità, paesaggio e segni culturali. Il rilancio del sistema dei parchi e delle aree protette passa attraverso azioni efficaci di collaborazione tra Parchi nazionali, regionali e ogni altra area protetta, destinando le risorse necessarie (umane ed economiche) ad un grande ed unitario progetto per la conservazione e la salvaguardia della biodiversità, guardando a sostenibilità e qualità della vita. Si guarda con interesse al modello Sicilia. “La rinascita della Regione siciliana riparte dall’ambiente e dal territorio, è una scommessa importante e dalla Sicilia sta arrivando un grande segnale per le Regioni e per tutto il Paese”, ha detto Anna Rita Bramerini, assessore all’Ambiente della Regione Toscana, complimentandosi con l’omologa siciliana Mariella Lo Bello per l’attività svolta e i progetti futuri.