Sicilia, Demolizione ecomostro Scala dei Turchi, sopralluogo assessore Lo Bello: “Giornata storica”

images“La demolizione di uno degli ecomostri più noti d’ Italia in uno dei luoghi più belli della Sicilia rappresenta una pagina storica per la tutela dell’ambiente e contro l’abusivismo edilizio”. Lo afferma l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Mariella Lo Bello, a margine di un sopralluogo alla Scala dei Turchi effettuato oggi pomeriggio, insieme al sindaco di Realmonte Piero Puccio, un giorno prima della demolizione dello scheletro di cemento accanto alla scogliera di marna bianca candidata a diventare patrimonio dell’Unesco. “Meritano plauso e sostegno tutte quelle iniziative messe in campo da più parti – dalla Procura della Repubblica di Agrigento, dal Comune di Realmonte, dalle associazioni ambientaliste e da tutti gli organi competenti – al fine di giungere finalmente all’abbattimento dello scheletro di cemento che da oltre venti anni deturpa la spiaggia della Scala dei Turchi. Con il ripristino dei luoghi nel rispetto delle norme sulla tutela dell’ambiente si restituisce al litorale la sua originaria bellezimages 2za incontaminata”.“E’ una importante inversione di tendenza in un territorio fin troppo devastato dall’abusivismo. C’è il massimo impegno della Giunta regionale guidata dal presidente Crocetta – conclude l’assessore Lo Bello – per proseguire su questa rotta tutelando e valorizzarando tutte le ricchezze paesaggistiche ed ambientali della provincia di Agrigento e della Sicilia, vero fiore all’occhiello per lo sviluppo turistico ed economico dell’Isola”.