San Lorenzo (Rc): arrestato un intero nucleo familiare per produzione, traffico e detenzione illegale di sostanze stupefacenti

imagesIninterrotta la incalzante azione repressiva svolta dai Carabinieri per il contrasto della coltivazione di cannabis indica nella Provincia Reggina.

Ancora una volta, un altro colpo è stato messo a segno dai Carabinieri della Compagnia di Melito Porto Salvo. Nella mattinata di oggi 22 giugno 2013, i militari unitamente ai cacciatori del gruppo Operativo Calabria di Vibo Valentia, a seguito di mirati accertamenti, attività info-investigative e sopralluoghi, hanno individuato una piantagione di canapa indiana di 100 piante, aventi un’altezza variabile dai 150 ai 200 cm, all’interno di un terreno sito nella contrada Agrifa, agro del Comune di San Lorenzo – frazione marina.

I carabinieri hanno individuato i proprietari del terreno da cui dipanava un sistema d’irrigazione collegato ad un autoclave che alimentava gli arbusti. In manette un intero nucleo familiare di braccianti agricoli, così composto: S. A. di 48 anni, la moglie N. M.,47 ed il loro figlio convivente S. P. di 21 anni, accusati di “produzione, traffico e detenzione illegale di sostanze stupefacenti o psicotrope”, ai sensi dell’ art.73, comma 3, del D.P.R. 309/90.

Le piante di canapa indiana, opportunamente campionate, sono state sottoposte a sequestro. L’Autorità Giudiziaria disponeva la traduzione degli arrestati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa di essere poi sottoposti a giudizio direttissimo che sarà celebrato lunedì 24 giugno 2013.