Rossano (Cs), contrabbando di oli minerali. Sequestro di carburante “agevolato” da parte delle fiamme gialle

sequestro contrabbando carburanteI finanzieri della compagnia di Rossano nel corso di un servizio finalizzato al controllo economico del territorio hanno portato a termine un’operazione di contrasto al contrabbando di prodotti petroliferi per uso agevolato, sottoponendo a sequestro lt. 6.000 di gasolio ed un autotreno all’interno del quale era stipato il combustibile di contrabbando.

L’operazione, che e’ stata preceduta da una mirata attivita’ info-investigativa, con svariati pedinamenti ed appostamenti, ha avuto il suo epilogo allorquando i finanzieri hanno sorpreso la persona denunciata mentre, a bordo  dell’autocarro, transitava sulla ss. 106, all’altezza del  comune di Pietrapaola (Cs).

L’attivita’ ha consentito di mettere fine all’illecito traffico di prodotto petrolifero “agevolato” che per sua naturale destinazione in agricoltura sconta un’imposta (cd. accisa), di molto inferiore a quella relativa ai carburanti per autotrazione ordinaria.

Il soggetto controllato che non ha saputo fornire spiegazioni sulla reale provenienza e sulla destinazione del prodotto trasportato, e’ stato denunciato a piede libero alla procura della repubblica di rossano, per violazione al testo unico delle accise.

L’attivita’ svolta si inquadra in un più ampio dispositivo di polizia economico/finanziaria predisposto dal comando provinciale della guardia di finanza di cosenza, per la prevenzione e la repressione dei reati di contrabbando, a tutela degli interessi erariali, in una zona di vigilanza doganale particolarmente sensibile.