Regione Calabria, Por Calabria Fse 2007-2013 in linea con quello delle Regioni a obiettivo convergenza

calabria 1L’assessore al lavoro, formazione professionale e politiche sociali – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – esprime soddisfazione per i riconoscimenti ottenuti durante il VII° Comitato di sorveglianza del Por Calabria Fse 2007-2013 nel quale il capo unità della direzione generale occupazione e affari sociali della Commissione europea Nicolas Gilbert Morin ha sottolineato i miglioramenti registrati puntualizzando che il Por Calabria Fse è in linea con quello delle Regioni a obiettivo convergenza e superiore a quello di alcune regioni centrosettentrionali. “La spesa certificata – sostiene l’assessore Salerno – ha superato di 21 milioni di euro il target prefissato (385 milioni contro 364) e ciò indica che ci sono le idee e le competenze per programmare e realizzare quegli interventi che ci possono consentire di incidere in maniera significativa sulla qualità della vita dei cittadini. Le politiche inclusive e quelle volte al reinserimento occupazionale ed alla creazione di nuovi posti di lavoro centrando l’obiettivo primario, che è quello di far percepire ai calabresi il processo di cambiamento e di sviluppo, contribuiscono a rendere più forte la coesione e a stimolare la collaborazione. Certamente bisogna fare i conti con una condizione di ritardo economico-sociale che affonda le sue radici in tempi lontani e in motivazioni storiche precise, oltre che con una crisi che per intensità e probabilmente per durata è addirittura più grave rispetto a quella del 1929. Dato questo contesto di riferimento, è indispensabile comprendere fino in fondo e toccare con mano le problematiche quotidiane dei calabresi per poi agire concretamente per produrre provvedimenti capaci di assicurare effetti positivi di lunga durata. Il ciclo di programmazione 2014-2020 – aggiunge l’assessore Salerno – dovrà necessariamente contraddistinguersi per un approccio sistemico e strategico, per una visione complessiva, per un metodo che premia efficienza e capacità di rispondere con tempestività alle sfide che ci impone la competitività del mondo moderno. Requisiti che saremo in grado di garantire in considerazione della chiarezza progettuale che distingue l’azione del presidente Giuseppe Scopelliti, che ha saputo, con la forza e l’ostinazione dei fatti, riacquistare la credibilità della Calabria. Sono convinto – conclude l’assessore Salerno – che con la determinazione e la brillantezza delle sue risorse umane e con una classe dirigente all’altezza, la Calabria possa davvero costruire il suo cammino di riscatto”.