Regione Calabria, l’Assessore Fedele ha presieduto un incontro con i sindacati del settore per un confronto sul processo di riforma del Trasporto Pubblico Locale

imagesL’Assessore regionale ai Trasporti Luigi Fedele ha presieduto un incontro, nella sede del Consiglio regionale della Calabria, con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali del settore per un confronto sul processo di riforma del Trasporto Pubblico Locale (Tpl). Nel corso della riunione con i sindacati, alla quale hanno preso parte anche il direttore generale Giovanni Laganà e il dirigente del settore trasporti Giuseppe Pavone, sono state quindi scandagliate – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – le diverse questioni legate al comparto. In particolare, è stato affrontato il problema legato alla norma regionale che dovrebbe avviare l’istituzione degli enti di governo dei bacini. “In un clima di assoluta condivisione d’intenti, abbiamo illustrato ai sindacati – ha dichiarato l’Assessore Fedele – i contenuti di questa norma in corso di stesura che prevede, tra l’altro, l’istituzione dell’Agenzia regionale per il Trasporto pubblico locale, organismo che dovrebbe assumere funzioni di coordinamento dei bacini e fornire supporto agli enti di governo. Inoltre, abbiamo previsto di istituire un tavolo di lavoro tecnico al fine di perfezionare la stesura della norma stessa. Ma l’incontro con i rappresentanti sindacali ha fornito un’occasione preziosa per illustrare lo stato di avanzamento del Piano Regionale dei Trasporti, il processo in atto per adempiere alle norme nazionali che prevedono il raggiungimento di precisi obiettivi nel settore del Tpl e, in particolare, l’analisi dei dati dei ricavi per ciascuna linea che consentirà l’ottimizzazione e la riorganizzazione del servizio. È stato anche presentato il processo che porterà, entro la fine dell’anno, al monitoraggio satellitare di tutti i mezzi del comparto con lo scopo di fornire informazioni puntuali all’utenza”. Durante l’incontro di Palazzo Campanella, l’Assessore Fedele, oltre agli aspetti della riforma, ha affrontato le questioni relative alla situazione contingente, analizzando, in particolare, l’iter della legge nazionale che dovrebbe consentire l’utilizzo dei fondi Fas per coprire i contratti di servizio del trasporto pubblico locale, la proposta di delibera per quanto riguarda la previsione del contratto di servizio fino al mese di settembre e la completa copertura dei servizi, anch’essa fino al mese di settembre, nelle more dell’approvazione della legge regionale. “Stiamo lavorando intensamente insieme al presidente Scopelliti – ha concluso l’assessore Fedele – per risolvere le criticità inerenti al comparto e offrire, così, quel diritto alla mobilità indispensabile per l’utenza calabrese. In questo senso, il rapporto di collaborazione che si è instaurato ormai da tempo con i sindacati, seppur condito a volte da una vivace dialettica, va nella giusta direzione perché risponde all’esigenza comune di costruire insieme quel processo che porterà in tempi brevi ad una vera e propria riforma del sistema dei trasporti in Calabria”. A margine del raffronto con le organizzazioni sindacali e dopo aver incontrato una rappresentanza dell’Atam, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico in riva allo Stretto, l’assessore Fedele ha comunicato la convocazione, da parte del presidente Giuseppe Scopelliti, di un tavolo di confronto previsto per mercoledì prossimo, 26 giugno, a Catanzaro per fare il punto sulla situazione specifica dell’azienda reggina.