Reggio: via al tour nazionale della “Grande Orchestra dei Tamburi del Sud”

Tamburi in scenaDopo il grandissimo successo della prima nazionale dei Tamburi del Sud presso il Parco ludico-tecnologico-ambientale Ecolandia di Reggio Calabria lo scorso 14 giugno, che ha portato sulla collina dello Stretto oltre mille persone,  spiega le vele il tour nazionale della GRANDE ORCHESTRA DEI TAMBURI DEL SUD.

Domani nuova tappa del tour a Siderno per la FESTA EUROPEA DELLA MUSICA 2013 in piazza Risorgimento alle ore 21.

E per la festa della musica europea Siderno  I TAMBURI DEL SUD ritornano con special guest la etno-band QUARTAUMENTATA.

I “Tamburi del Sud” sono movimento, ritmo, armonia e solarità.
Un ensemble selezionato che porta sulla scena calore, voglia di danzare e divertimento, al passo della più travolgente world-music ma dal sapore autenticamente italiano. Un’esplosione sonora che squarcia il silenzio, per far ballare il mondo.

Venti “guerrieri” del suono in un organico di percussionisti e batteristi professionisti provenienti dalle terre magiche del Mare Nostrum: voci vibranti e tocco possente, con un repertorio che omaggia la più grande musica italiana, da Modugno a Dalla, ai più autorevoli e popolari nomi che hanno fatto la storia musicale del Bel Paese.
Non c’è età per l’Orchestra dei Tamburi del Sud. Una “fabbrica” di suoni che non finirà di stupire.

Direttore dell’Orchestra e drum-major il reggino Luca Scorziello, autentico “guru” della percussione, percussionista storico di Alex Britti, nome blasonato della bacchetta e del tamburo, già al fianco dei più grandi artisti internazionali.

Direttore dei cori un caleidoscopico Paolo Sofia. Prima vox, autore e compositore raffinato, interprete di razza.

Coordinatore operativo dell’orchestra Ercole Cantello, responsabile dell’organizzazione dei Tamburi del Sud, forte di un’esperienza sofia_scorzielloultra decennale sia in campo artistico che didattico ed editoriale.

Sono artisti calabresi che hanno trovato linfa per il loro talento nel crogiuolo magico della scuola cubana, per poi portarla nel mondo con i più grandi nomi della musica.

Con “I tamburi del Sud” lo strumento più ancestrale riconquista la ribalta, per uno spettacolo pirotecnico che non lascia respiro.

Strumenti africani, brasiliani ed egiziani nelle mani di un “front ensemble” gagliardo che suonerà di tutto, anche il proprio corpo: uno show dall’alto impatto coreografico, tra musica, scenografie in movimento e sorprendenti effetti scenici.
Piazze, teatri, discoteche, borghi e metropoli: la camaleontica Orchestra contaminerà, con la forza liberatoria del ritmo, ogni angolo della terra.

Le nuove date in continuo aggiornamento, le schede dei musicisti e tutte le news sul sito www.tamburidelsud.it

Facebook-Twitter “Tamburidelsud”.