Reggio, ufficialmente riconosciuta l’Università per stranieri Dante Alighieri: la soddisfazione di Gianni Nucera

Calabria“Ha ragione il Rettore Salvatore Berlingò ad esultare per il risultato conseguito che vede la piena ed assoluta parificazione dell’Università per stranieri ‘Dante Alighieri’ di Reggio Calabria alle altre università non statali legalmente riconosciute. Ma ancor di più in questo momento, la città e la Calabria intera possono accreditare fra i motivi d’orgoglio la grande memoria del professore Giuseppe Reale, un democristiano che ha sempre interpretato il suo impegno politico come servizio alla comunità reggina”.
E’ quanto afferma il segretario-questore del Consiglio regionale Giovanni Nucera che sottolinea: “Reggio oggi vanta una risorsa in più, unica nell’Italia Meridionale e unica nel cuore del Mediterraneo”.
Secondo Giovanni Nucera “l’Università per stranieri deve tornare ad essere centro propulsore della conoscenza e diffusione della lingua italiana nel mondo ma, ancor di più, volano culturale, ideale e aggregativo della Reggio del futuro, città sempre più multietnica e proiettata ad essere attrazione dei Paesi del Sud del Mediterraneo. Questo era il sogno di Peppino Reale, questo era il sogno di quanti – sin dall’esordio del suo impegno culturale intorno all’università – anelavano ad un riconoscimento di valore per la ‘Dante Alighieri’, in omaggio a quell’impronta europeista ed internazionale che ha sempre animato l’azione di Giuseppe Reale, capace di tradurre in una dimensione locale progetti di largo respiro oggi noti a tutta la città e a tutta la Calabria. Un testimone della grande dignità di Reggio che – evidenzia ancora Nucera – non trova eguali nella storia moderna della città. Un apprezzamento – conclude il segretario-questore – va espresso anche nei confronti dell’assessorato alla Cultura della Regione ed alla silenziosa ma efficace azione condotta dal professore Massimiliano Ferarara che ha seguito in prima persona in seno ai Dicasteri competenti l’iter per il riconoscimento della ‘Dante Alighieri’ ”.