Reggio-Lega Nord, ecco i nomi degli indagati: ci sono anche Peppe Sergi e Michelangelo Tibaldi

diaSono otto gli indagati nell’inchiesta sul riciclaggio ipotizzata dalla Procura di Reggio Calabria nei confronti di persone vicini alla Lega nord. Questa mattina gli uomini della Dia stanno eseguendo 25 perquisizioni in abitazioni, 3 in sedi societarie riconducibili a Bruno Mafrici (sedicente avvocato originario del reggino con buone entrature a Milano), e 6 accessi bancari. Tra gli indagati figurano Ivan Pedrazzoli, dipendente infedele di un istituto di credito, e Angelo Violi, investigatore privato che sarebbe stato incaricato di preparare il dossier contro Roberto Maroni. Tra gli indagati figurano anche Michelangelo Tibaldi (ex dirigente della societa’ mista di Reggio Calabria Multiservizi), l’avvocato Pasquale Guaglianone conosciuto come Lino, un passato nei Nar e titolare dello studio Mgim con sede in via Durini a Milano, Giorgio Laurendi, un altro professionista anche lui di origine calabrese, Giuseppe Sergi, ex consigliere comunale a Reggio Calabria e commissario dell’Asi di Reggio, Romolo Girardelli, conosciuto come ‘’l’ammiraglio’’ e secondo gli inquirenti legato ai De Stefano. Sono in corso perquisizioni anche a carico delle societa’ riconducibili alle famiglie Mucciola e Cozzupoli, originarie del reggino ma con interessi economici anche a Milano.

Si tratta, quindi, di professionisti, imprenditori, un ex consigliere comunale di Reggio Calabria ed un investigatore privato: sono le persone indagate dalla Dda di Reggio Calabria per associazione a delinquere, riciclaggio e violazione della legge Anselmi sulle associazioni segrete nell’ambito dell’inchiesta avviata lo scorso anno su un bonifico di sei milioni di euro da parte dell’ex tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito che, secondo l’accusa, potrebbe avere nascosto un’operazione di riciclaggio in favore della cosca De Stefano.