Reggio: il Lido Comunale è in vendita, finalmente!

lungomarereggiocalabria

Quando un ente o una società è sull’orlo del fallimento un amministratore degno di essere definito tale cerca in tutti i modi di salvare l’attività  recuperando liquidità.

In un tempo di crisi come quello che l’Italia e la nostra Reggio stanno attraversando, ogni possibile soluzione deve essere vagliata e seriamente presa in considerazione.

Reddito, denaro, liquidità sono gli obiettivi che la terna commissariale reggina sta cercando di raggiungere ed è recente la notizia che i Commissari Panico, La Paglia e Castaldo hanno dato mandato al responsabile del settore Servizi alle imprese di procedere all’affidamento della gestione del Lido Comunale a privati.

muroowLa privatizzazione come unica via? Si, se vogliamo ritornare a vedere una struttura al centro della città in primis funzionante e non luogo di bivacco o di “sfoghi creativi” dei writers. Totale abbandono, scritte sui muri, rifiuti di ogni genere e una costruzione risalente a decenni fa quando il Lido comunale era il fulcro dell’estate reggina.

I fruitori delle famose cabine forse saranno i più scontenti di questa decisione, ma è tempo di pensare al rilancio di Reggio.

Siamo una città sul mare, che avrebbe dovuto sopravvivere solo grazie al turismo, e invece siamo alle porte di un’estate, che meteorologicamente tarda ad arrivare, che tuttavia non è in grado dal punto di vista ricettivo di ospitare turisti o gli stessi bagnanti reggini.

054A prescindere dalle motivazioni, che a nostro avviso comprendono a pieno le scelte della terna commissariale, si aggiungono dati e poste di bilancio; questa decisione di privatizzare il Lido, di fatti, è stata quasi obbligata: da una parte, l’impossibilità di garantire la gestione diretta della struttura, dall’altra la condizione di strutturale deficit dell’Ente comunale, che non consente di appostare in bilancio le risorse economiche necessarie per il finanziamento e manutenzione ordinaria funzionaria del Lido.

E per l’estate 2013? Realisticamente parlando sembra quasi impossibile che si riesca a trovare un gestore entro il 29 giugno, che riesca a riportare il Lido comunale allo splendore di 30-40 anni fa, pagando al Comune un canone elevato e redditizio per le casse. Unica certezza è che in autunno partiranno i lavori previsti dal Pisu di ristrutturazione della struttura.

Chissà che l’estate 2014 ci riservi grandi sorprese…sulla rotonda sul mare di Reggio Calabria.

Intanto, venghino signori venghino, il Lido Comunale è in vendita!