Reggio, cardiochirurgia: dura risposta di Daniele Romeo (Pdl) ai grillini e in modo particolare alla reggina Dieni

ospedali riunitiChe il documento, per come riportato da alcune agenzie di stampa, porti anche la firma della reggina Dieni non ci sorprende. Presi da scontrini e diarie i parlamentari di 5 stelle, probabilmente, sono lontani dalla realtà. Mi chiedo, invece, se la giovane Dieni, ritenga giusto che dopo una lunga attesa la città debba privarsi di cardiochirurgia“: risponde così Daniele Romeo, coordinatore del Pdl di Reggio Calabria, alle dichiarazioni dei grillini calabresi che hanno chiesto lo stop dell’iter che porta all’apertura della cardiochirurgia a Reggio Calabria e alla rimozione di Scopelliti nel ruolo di commissario straordinario della sanità calabrese. “Nella sua nota, infatti, firmata con altri parlamentari, – continua Romeosottolinea la penalizzazione delle città di Catanzaro e Cosenza a vantaggio di Reggio.  Chissà cosa ne pensano i cittadini reggini, soprattutto quei pazienti che attendono da tempo l’apertura del reparto a Reggio.  E’ davvero singolare” – chiude la nota – “che proprio una reggina porti avanti questa tesi. Ci sembra tanto quel marito che per indispettire la moglie si taglia gli attributi“.