Reggio Calabria, Parco Nazionale D’Aspromonte, nomina Bombino. Cannizzaro: “Nuova linfa per l’Ente”

images

Le dichiarazioni di Francesco Cannizzaro, Consigliere Provinciale, sulla nomina di Giuseppe Bombino a Presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte

“Nuova linfa per il Parco Nazionale dell’Aspromonte. La nomina di Giuseppe Bombino come Presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte rappresenta di certo una svolta per il futuro dell’Ente. Attento ricercatore e profondo conoscitore della montagna, Bombino ha incentrato i suoi studi e le sue ricerche sui temi dello sviluppo e valorizzazione dell’Aspromonte. Queste sue preziose conoscenze serviranno a valorizzare ancor di più i nostri patrimoni aspromontani ”protetti” in questi mesi di Commissariamento dal presidente Antonio Alvaro al quale rivolgo un sentito ringraziamento per l’impegno profuso. Dobbiamo prendere atto del nuovo posizionamento strategico delle aree montane come fattori chiave della Green Economy nazionale e sono certo, che il neo Presidente del Parco lavorerà per mettere in risalto una delle ricchezze più preziose della Calabria, quel territorio che ad oggi, presenta una grande varietà di specie vegetali e animali ma anche gode di particolari condizioni climatiche che favoriscono un ambiente ricco di biodiversità. Ancora paghiamo i costi di una demagogia che per anni ha indicato nella montagna e nei piccoli Comuni la causa di tutti i mali. Ma non è assolutamente così: i problemi si sono sempre verificati laddove i grandi Enti non hanno saputo intervenire, mentre la rete minuta dei Comuni montani ha saputo in generale corrispondere alle esigenze dei cittadini. C’è bisogno di un radicale ripensamento del ruolo dei Comuni, della montagna italiana e dell’interconnessione tra città e territori montani, ma soprattutto, credo si debba rimettere al centro la cultura della manutenzione del territorio e della prevenzione. Da qui quindi, l’esigenza urgente di creare un Consiglio direttivo giovane, brillante e con idee costruttive che dia impulso al nostro Parco. Ovviamente, per continuare questo percorso di crescita territoriale, è indispensabile la sinergia istituzionale già avviata con la Regione Calabria, la Provincia e con tutti i Comuni aspromontani con i quali abbiamo in questi anni svolto un meticoloso lavoro incentrato proprio sulla valorizzazione e salvaguardia del territorio. La montagna deve riacquistare il suo ruolo e i nostri patrimoni naturali non possono più essere nascosti. Come consigliere provinciale e assessore del Comune di Santo Stefano d’Aspromonte faccio i miei più sentiti auguri di buon lavoro al neo presidente e caro amico Peppe Bombino che riuscirà a portare a termine importanti progetti atti a valorizzare le risorse della nostra montagna”.