Reggio Calabria, il Pdl è soddisfatto dell’inserimento nel “Decreto del Fare”dell’articolo che proroga i progetti sulle società miste

image

La nota di Daniele Romeo, coordinatore cittadino, riguardante la soddisfazione dell’inserimento nel “Decreto del Fare”dell’articolo che proroga i progetti sulle società miste al 31 dicembre 2013:

“Le notizie che giungono da Roma e che riguardano l’inserimento nel “Decreto del Fare” dell’ articolo che proroga i progetti sulle società miste al 31 dicembre 2013, ci fa tirare un sospiro di sollievo riportando la serenità nei lavoratori delle partecipate reggine.
Quanto deciso dal Governo non solo premia l’impegno e la caparbietà del Presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, il cui intervento si è rivelato ancora una volta decisivo, ma soprattutto avvalora la tesi da noi sostenuta circa il futuro delle società miste di Reggio: una tesi la nostra, supportata dalle norme che disciplinano i contratti di servizi delle miste e che ha sempre puntato a salvaguardare i livelli occupazionali e garantire standard qualitativi nella fornitura delle prestazioni. Ciò che ci importa, comunque, è ravvisare gli importanti segnali di speranza che provengono da Roma, al cospetto dei catastrofismi che qualcuno aveva annunciato aumentando la preoccupazione dei lavoratori e minando la tenuta sociale della nostra città. Il primo risultato ottenuto non ci deve fare rilassare, tutt’altro. Da qui bisognerà partire per una sinergica azione incentrata sulla risoluzione definitiva della questione, chiudendo la partita con un unico e solo obiettivo all’orizzonte: non perdere nemmeno un posto di lavoro nella nostra città. Sappiamo di poter contare su un presidente della Regione che con i fatti ha dimostrato di poter essere decisivo sui tavoli romani e di poter ricercare e suggerire le soluzioni più opportune Ingredienti giusti per un ottimismo che non può che farci sperare per il proseguo della nostra attività a tutela dei diritti dei lavoratori reggini. A tal proposito, in vista del tavolo sulla Multiservizi che si svolgerà domani in Prefettura, auspico che tutti i soggetti istituzionali che vi parteciperanno possano trovare con uno sforzo ulteriore, la soluzione più idonea per salvaguardare tutti i lavoratori della società. Faccio dunque un appello sincero affinché non ci si dia per vinti ma si agisca per ricercare quanto necessario per questi nostri concittadini ad oggi in ansia per il loro futuro occupazionale”.