Reggio Calabria, il CIS della Calabria promuove “Ovidio poeta dell’amore e del mito”

imagesLunedì 3 giugno 2013, alle ore 17.30, presso la libreria “Culture”, via Zaleuco – Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo “Quattro passi … nel mondo antico …”, promuove il quattordicesimo incontro dal titolo “Ovidio poeta dell’amore e del mito”. Il percorso di conferenze, ideato dalla prof.ssa Maria Quattrone, ha lo scopo di fare conoscere il mondo antico, latino e greco in particolare, attraverso alcuni autori che rappresentano – se così si può dire – “Voci significative dello stesso”. Dopo i saluti di Loreley Rosita Borruto, presidente del CIS della Calabria e l’introduzione di Maria Quattrone, già Dirigente Scolastico del Liceo Classico “T. Campanella” di Reggio Calabria, relazionerà sul tema dell’incontro il prof. Francesco Cernuto, già dirigente scolastico al liceo scientifico di Bagnara, critico letterario. Durante l’incontro sarà proiettato un video a cura del prof. Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, responsabile sezione cinema del CIS della Calabria. Publio Ovidio Nasone (43 a. C.. – 18 a. C.), autore delle “Metamorfosi”, l’opera che ha reso celebri e trasmesso ai posteri numerosi racconti mitologici dell’antichità greca e romana. Attraverso la presentazione di brani dell’opera (Apollo e Dafne, Eco e Narciso, Orfeo e Euridice) sarà evidenziata l’influenza che le “Metamorfosi” hanno avuto nel tempo, fino ai nostri giorni, sulla letteratura, sulle arti, sulla musica, a dimostrazione che anche nella modernità i miti conservano la loro forza immaginativa e conoscitiva.