Reggio Calabria, conclusione progetto “Enter Work- Orientamento itinerante”

imagesVolge al termine la preziosa esperienza rappresentata da “Enter Work”, il progetto promosso da Azienda Calabria Lavoro e dalla Regione Calabria, in sinergia con il Fondo Sociale Europeo.
La storia del “Villaggio per l’orientamento al lavoro” a contatto con gli Istituti Scolastici Superiori e i Centri di Accoglienza del territorio calabrese, unica nel suo genere ed eccellente per i risultati raggiunti, ha avuto inizio nel giugno dello scorso anno, grazie ad un lavoro attento e concentrato di programmazione, formazione e progettazione portato avanti da un nutrito staff di 29 figure professionali, a cui si è unito un percorso pratico, su strada, a partire da dicembre 2012, quando i 3 camper in dotazione al progetto hanno cominciato il loro cammino itinerante lungo tutte le province della Calabria.
I risultati raggiunti, presentati nel corso di una conferenza stampa che ha avuto luogo il 7 giugno al Palazzo della Provincia di Catanzaro, dimostrano il successo di “Enter Work”, rivelandosi frutto di un importante lavoro di equipe guidato dai responsabili e dallo staff di professionalità operanti nel “Work Office”(Responsabile del progetto, Responsabile del perseguimento delle azioni progettuali, Responsabile della comunicazione e delle politiche promozionali, Referente facilitatore delle risorse, Statistico, Informatico per il mentoring, Operatore di Back Office, Esperto di monitoraggio, Rendicontatore, Graphic designer, Communication Designer), anima e cuore pulsante di “Enter Work”, riuscendo a trasmettere forza e concretezza ai 18 operatori dei work camper (Orientatori, Counselor, Mediatori culturali, Esperti in dinamiche del lavoro, Esperti in creazione d’impresa) che hanno segnato il passo ai diversi step progettuali.
I numeri, in questo senso, parlano chiaro: 61 le scuole coinvolte in tutte le province calabresi, circa 5mila gli studenti raggiunti, più di 2mila i ragazzi che hanno usufruito del servizio dei work camper, più di 6mila i colloqui complessivi individuali effettuati con gli esperti, 7 i Centri di Accoglienza interessati dal progetto e circa 60 gli utenti stranieri orientati.
A conclusione delle diverse azioni progettuali, i dati raccolti non fanno che testimoniare la buona riuscita di “Enter Work” in termini di impatto sul tessuto sociale e di risposta da parte delle principali istituzioni territoriali. Grande soddisfazione da parte dei Dirigenti Scolastici e del personale docente entrato in contatto con “Enter Work”, curiosità e stimolo da parte dei tanti studenti saliti sui work camper, un’aperta collaborazione anche con i responsabili e gli utenti dei maggiori Centri di Accoglienza, a dimostrazione di un progetto che nel tempo ha saputo farsi strada rispondendo concretamente alle esigenze e alle richieste emerse dal territorio, conquistando fiducia e stima dal territorio stesso, grazie all’efficacia dei servizi erogati dai camper.
Particolarmente riuscita inoltre la sinergia con 18 imprese calabresi, ulteriore tassello di una rete che ha voluto coinvolgere tutti gli attori locali, sempre nel segno dell’attenzione al giovane e al talento.
“Enter Work” conclude dunque il suo percorso proiettando il suo sguardo al futuro, con la consapevolezza di un servizio svolto con responsabilità e passione, nella speranza e con l’augurio che il cammino segnato possa continuare nella traccia di quanto fatto.