Reggio Calabria, Associazione Attendiamoci Onlus: Presentato al Villaggio dei Giovani “Esta…siamoci 4.0”

imagesL’associazione Attendiamoci O.n.l.u.s., che da anni opera nell’ambito della formazione globale della persona e della prevenzione del disagio giovanile, ha presentato lunedì 10 giugno alle ore 19, presso il Villaggio dei Giovani, le attività che verranno realizzate nella stagione estiva.
Fin dalla prossima settimana, e per tutta l’estate, i tanti volontari che operano in Attendiamoci organizzeranno numerose iniziative e molti saranno gli strumenti messi a disposizione dei giovani.
Nella cornice del Villaggio dei Giovani, il vicepresidente dell’associazione, Gianni Mazza, ha presentato la quarta edizione di “Esta…siamoci”, delle attività pensate per i ragazzi dagli stessi giovani dei cammini formativi, con l’intento di fornire la possibilità di vivere una estate alternativa.
Accompagnati dalle note dell’Orchestra giovanile dello Stretto diretta dal maestro Monorchio e composta da tanti giovani che in questi mesi si sono riuniti alla Casa dei Giovani “Peppe Condello” per provare i pezzi da suonare nelle esibizioni, sono stati presentati i laboratori che si terranno in questi mesi, corsi utili per migliorare le proprie capacità creative, intellettuali e pratiche. Così, ci si potrà cimentare con le tecniche per realizzare murales, per suonare la chitarra; si potrà seguire il corso di cucina latino-americana e di conversazione spagnola, il corso di fotografia e quello di deejay; si potrà acquisire la tecnica di costruzione della canoa; in collaborazione con l’associazione Vivarium, sarà possibile seguire il corso di teatro, acquisendo elementi di dizione e fonetica, studiando l’espressività corporea e vocale, e, in collaborazione con l’Accademia del Fumetto Reggio Comix, sarà possibile scoprire le fasi di realizzazione del fumetto.
Sarà anche data ai giovani reggini l’opportunità di vivere delle esperienze residenziali, 4 giorni di vita comunitaria per educarsi al sacrificio, alla fatica e alla riflessione. Saranno organizzati campi lavoro per la sistemazione del bene confiscato e campi di formazione per i ragazzi tra i 14 e i 18 anni e per i ragazzi over 18. Il Villaggio dei Giovani sarà anche cornice di una esperienza residenziale dal titolo “English Summer”: giorni nei quali l’unica lingua per comunicare tra i partecipanti sarà quella inglese.
Inoltre, ogni lunedì, mercoledì e venerdì i ragazzi potranno vivere sfide avvincenti con tornei di basket, calcio, beach volley, ping pong e calciobalilla, ed ogni giovedì saranno coinvolti in eventi serali, tra karaoke, feste, esibizioni live.
Per questa quarta edizione, come è stato spiegato dalla dott.ssa Elisa Mascaro, l’associazione Attendiamoci collaborerà con altre realtà associative del nostro territorio, cercando di regalare serate di allegria e divertimento, promosse dalla compagnia teatrale “La Brigata del Sorriso”, il gruppo teatrale “Vivarium” e l’Accademia “Pentakàris”. Stefano Costantino, rappresentante de “La Brigata del Sorriso”, composta da alcuni ragazzi di Armo che, assecondando la passione per il teatro, hanno costituito questa compagnia teatrale, ha presentato la commedia in vernacolo calabrese che verrà messa in scimages 2ena questa estate e che racconta la storia di una sedicente maga alla quale la gente si rivolge per realizzare i propri sogni e desideri; Giovanna Niccolò, del Gruppo Vivarium, ha presentato la commedia “Non è vero ma ci credo” di Peppino De Filippo che verrà presentata al Villaggio dei Giovani, e Rocco Parisi, in rappresentanza del Gruppo “Pentakàris”, ha presentato la serata che verrà dedicata alla storia della canzone napoletana per la valenza da questa assunta nell’evoluzione della canzone italiana.
Nel corso della serata, la Cooperativa Agricola “Comunità Sant’Arsenio da Armo”, che collabora in maniera sinergica con Attendiamoci, ha presentato la propria offerta, dal titolo “Agriestate”, rivolta ai ragazzi dai 6 ai 14 anni, proponendo un itinerario educativo di crescita umana e cristiana, attraverso diversi laboratori di trasformazione partendo dalle materie prime offerte dalla terra, attività in fattoria, percorsi sensoriali e giochi all’aria aperta.
A conclusione della serata, don Valerio Chiovaro, presidente dell’associazione Attendiamoci e protopapa della Chiesa S. Maria Assunta della Cattolica dei Greci, ha sottolineato la bellezza di vedere molte realtà che collaboreranno per rendere speciale questa estate. Bisogna riscoprire la capacità di andare oltre la visibilità delle stelle, mettendo le mani in pasta ma anche nello spirito, per dare forma e sostanza al nostro fare.
Oggi- continua don Valerio – ci divertiamo ma forse non sappiamo più essere felici.
È necessario riscoprire un animo autentico e giovane, capace di attuare, proprio in uno scenario come quello del Villaggio dei Giovani, il passaggio suggerito e auspicato da San Francesco d’Assisi: “Dov’è odio, fa’ che io porti l’amore”.
Dunque, è tutto pronto per accogliere quanti vorranno vivere una stagione ricca, entusiasmante, all’insegna della riscoperta delle cose semplici, dell’allegria della condivisione, dell’entusiasmo dello stare insieme.