Reggio: all’Arena “Franco” una perfetta contaminazione di danza e arte con i ballerini di “Arte in movimento”

burlesqueNon è semplice riuscire ad esprimere con il corpo le proprie emozioni, i propri sentimenti. Eppure ieri sera, durante la kermesse “Mediterranean Welness” organizzata dalla cooperativa sociale “Turismo per tutti”, i ballerini del centro studi danza “Pilates e fitness…Arte in Movimento” hanno dato forma ad un’arte complessa che consente di essere liberi di interpretare ciò che si vuole e ciò che si prova attraverso i perfetti e sincronici movimenti del corpo. In una gremita arena “Franco”, diretti dalla giovane corografa Giusy Bolaffi presidente della scuola di ballo “Arte e Movimento”, abili danzatori hanno portato in scena una perfetta contaminazione di danza e arte. Danza moderna, contemporanea, jazz, hip hop, social dance sono alcuni degli stili proposti dai talentuosi ballerini che, per più di due ore, hanno catalizzato l’attenzione di un pubblico eterogeneo conquistato dalla magia delle punte e non solo. Tutti gli allievi, alcuni dei quali di recente hanno partecipato al concorso “In punta di piedi” classificandosi al secondo posto con il balletto hip hop “Masks revolution”, hanno ricreato un mondo imprevedibile ed imprendibile mostrando non solo il talento ma una grande vocazione, tenacia, determinazione, disciplina, costanza.

“La danza, come la vita, è ricca di fantasia, di armonia e ha un linguaggio universale – afferma la direttrice Giusy Bolaffi diplomatasi con ottimi voti presso l’Asd Maf di Messina – Per i miei allievi è un sogno che si realizza ogni giorno, imparando passo dopo passo il difficile mestiere di un danzatore. I ballerini, come tutti gli artisti, sono fatti per provare sensazioni e per farle sentire agli altri. Hanno il grande dono del movimento e della forma e vivono in maniera olistica, con il corpo, la mente e lo spirito fusi in atti allo stesso tempo unici e continui. La danza è disciplina, lavoro, insegnamento, comunicazione. Con essa risparmiamo parole che, magari, altri non capirebbero stabilendo un linguaggio universale, familiare a tutti”.

In ogni balletto, la giovane coreografa Giusy, professionista anche nelle discipline Pilates e Super Jump fondata dalla personal trainer americana Giusy con KlediJill Cooper, ha inserito tutte le sue conoscenze conseguite nei vari corsi di danza presso le più rinomate scuole del territorio reggino ma “anche quell’amore, passione e tecnica acquisita in questi duri e intensi anni di lavoro e studio nei quali oltre a perfezionare lo stile, – conclude la direttrice della scuola di ballo –  frequentando molti corsi di approfondimento, ho avuto la possibilità di  interfacciarmi e collaborare con ballerini di fama internazionale tra cui Steve La Chance, Maura Paparo, Jason Parson, Mauro Mosconi, Jermaine Browne, Kledi Kadiu, Klaydi Selimi, David Ryamond, Tiffany Tregarthen, Bryant Baldwin, Susanna Beltrami, Max Bartolini, Gus Bembery”.

Sono i lunghi applausi del pubblico dell’Arena a chiudere una serata dove ancora una volta la protagonista è l’arte, quella dei nostri giovani talenti reggini.