Reggina, rebus allenatore: Foti dice “no” a Cozza e sogna Zeman, ma in realtà c’è De Canio…

zemanE’ un vero e proprio caos quello che riguarda il mercato degli allenatori, soprattutto in serie B: è vero che siamo ancora al 4 giugno ma mai, negli ultimi anni, si era verificata una situazione simile a quella attuale. Solo 3 squadre su 20, infatti (escluse le due neopromosse ancora in bilico nelle finali dei playoff di Lega Pro, Pisa-Latina e Lecce-Carpi), hanno già deciso chi sarà il loro allenatore per la prossima stagione. Si tratta del Trapani, che ha confermato Boscaglia, protagonista assoluto degli ultimi anni con il salto triplo dalla serie D alla serie B in 4 stagioni, del Modena, che ha confermato Novellino, e del Crotone, che ha confermato Drago.
Per il resto, il Palermo è orientato su Gattuso ma ancora manca l’ufficialità, e tutte le altre lavorano per il nuovo mister, mentre Bari, Siena e Cesena, le tre “grandi“, con un recentissimo passato in serie A, rimangono appese a un filo in quanto rischiano di non iscriversi al campionato per problemi economici.

foti regginaPer quanto riguarda la Reggina, il cerchio si stringe a pochi nomi. Oggi il Presidente Foti in un’intervista alla Gazzetta dello Sport ha chiarito su Cozza: “Ciccio lo conosciamo bene. Abbiamo apprezzato le qualità che ha messo in mostra a Catanzaro, però in questo momento la Reggina ha bisogno di avere un tecnico con maggiore esperienza“.
Chi è, quindi, l’allenatore d’esperienza per la Reggina del centenario? Una figura “importante, che sia in grado di ripagare la fiducia dei tifosi, che con grande amore hanno già sottoscritto più di 3.000 abbonamenti“, un tecnico che abbia un trascorso non solo in B ma anche in A, come già annunciato dal Presidente nelle dichiarazioni dei giorni scorsi?
Foti sta pensando seriamente a Zeman. Un’idea affascinante che da molti anni intriga il leader amaranto: “ho parlato con il mio amico Sebastiani per capire se lo avesse contattato, e mi ha detto di si ma mi ha anche spiegato che il boemo è ancora innamorato della Roma e che la sua speranza è quella di tornare sulla panchina giallorossa“, ha detto in un’intervista alla Gazzetta del Sud. Ma ci pensa ancora, quella di Zeman sarebbe una suggestione non certo indifferente.
In realtà è Giacchetta che, al Quotidiano, scopre qualche carta in più: “Zeman fa gola a tutti, ma non è gestibile. Noi, piuttosto, abbiamo le idee chiare, soprattutto su un nome che è stato già contattato e da cui ci attendiamo una risposta. Non abbiamo fretta, non possiamo sbagliare, la prossima stagione sarà molto delicata per la Reggina che vuole costruire qualcosa di solido nell’anno del Centenario“.
genoa-de-canio-esonerato-arriva-del-neriDi chi si tratta? E’ un mistero. Foti e Giacchetta sono riusciti nell’impresa di mantenere completamente all’oscuro la stampa dalla trattativa più importante. I nomi di Calori, Torrente, Gautieri e Atzori, i 4 mister con cui la società ha avuto dei contatti, in realtà ci sembrano solo “depistaggi” ad hoc, in quanto non incarnano certo la figura “d’esperienza” che il Presidente Foti e il ds Giacchetta hanno più volte ribadito di cercare (anzi, sono più o meno tutti emergenti), mentre le ipotesi che portano a Foscarini, Moriero e Stroppa, da quello che ci risulta, sono completamente prive di ogni fondamento, e con Lerda il contatto pare si sia interrotto da tempo.
A questo punto il cerchio si stringe ulteriormente su due nomi che fanno sognare i tifosi: Gigi De Canio e Pasquale Marino.