Reggina, Atzori a StrettoWeb: “ancora da Foti nessuna chiamata”. Il Presidente vira su Vecchi?

foti regginaE’ stato un weekend molto caldo a “Casa Sant’Agata”: la Reggina ha incassato il “no” di Calori e dopo l’approdo di Marino al Pescara e Torrente alla Cremonese, viene depennato dalla lunga lista dei “nomi” accostati alla panchina amaranto un altro “papabile” mister-Centenario. Chi sarà, allora, il trainer amaranto? L’impressione è che Atzori sia sempre in lizza, in quanto tra l’amato ex della straordinaria cavalcata che due anni fa portò ai playoff e il Presidente Foti ci sono state parole di grande stima e affetto che, però, si sono limitate ad avere un filtro indiretto, la stampa. I due, infatti, non si sono mai sentiti. A confermarlo è lo stesso Atzori ai nostri microfoni: ”ancora il Presidente non mi ha chiamato, ma se lo farà, ascolterò con entusiasmo quello che ha da dirmi, anche per capire se ci sono i presupposti per un ritorno“.
Gianluca-Atzori-300x196Foti ha dichiarato nei giorni scorsi di avere un feeling particolare con Atzori e di non averlo chiamato o incontrato perchè “nel caso in cui decideremo di convergere su di lui, non sarà un problema accordarci in poche ore“. Ma se Foti ancora non ha chiamato, significa che la Reggina non ha ancora deciso di convergere su Atzori. Al mister abbiamo fatto notare che per molti supporters amaranto sarebbe l’uomo giusto per guidare la squadra nella stagione del centenario: “sono contento – ci ha risposto – che i tifosi abbiamo affetto nei miei confronti, evidentemente hanno apprezzato sia l’uomo che l’allenatore, mi fa davvero piacere“, e sui contatti con Foti ci conferma per l’ennesima volta: ”assolutamente no, nessun contatto. Ripeto se mai dovesse arrivare una chiamata, io sarei contento di rispondere e valutare il tutto“.

vecchiIntanto in un’intervista rilasciata a Lorenzo Vitto su Reggionelpallone, Foti ha detto: “In casa Reggina non si manifestano preoccupazioni, tantomeno lo sono i tifosi. Stiamo valutando a 360° nell’interesse della società di affidare la guida tecnica ad un professionista, il quale deve rispondere alle caratteristiche più idonee sotto l’aspetto del lavoro sul campo e non gestore di calciatori. Voglio precisare che gli incontri avuti con gli allenatori, Torrente e Calori, nei giorni scorsi con nessuno è stato affrontato il discorso economico. Ci si è confrontati, anche perché non li conoscevo, esclusivamente sul progetto tecnico, il quale va valutato in tutte le sue componenti senza essere superficiali. Voglio una squadra aggressiva e con un’idea di gioco con l’obiettivo primario che quando lascia il campo abbia dato tutto indipendentemente dal risultato. Non per forza deve essere un esperto della categoria. Se ho voluto un confronto con il signor Vecchi del SudTirol, è stato perché lo abbiamo seguito durante la stagione e potrebbe rispondere alle esigenze della Reggina. La squadra altoatesina si muoveva a somiglianza del suo tecnico e ne abbiamo riconosciute le sue qualità. Un discorso a due Vecchi o Atzori? Comprendo le vostre esigenze, ma noi non possiamo sbagliare nella scelta. Chi conosceva Nicola, prima di aver portato il Livorno in serie A? Possiamo dire la stessa cosa di Vecchi, nel caso specifico“. Parole chiarissime: le quotazioni di Vecchi, evidentemente, sono in forte rialzo. Nelle prossime ore potremo saperne di più: molto probabilmente sarà questa la settimana decisiva.