Quella fascia tricolore sulla maglietta No Ponte: una Messina inedita sotto la guida di Accorinti

accorinti-renato-Entra a Palazzo Zanca con la sua maglietta No Ponte ed è strano vedere la fascia tricolore indossata da un uomo che fino a poco tempo fa era lontano anni luce dalle istituzioni, lontano da quel palazzo che ora è gremito di persone che lo sostengono. Renato Accorinti si intrattiene con i giornalisti in attesa del passaggio di consegna con il commissario straordinario Luigi Croce. Gli chiedono quando sarà resa ufficiale la composizione della giunta. Renato risponde che vuole scegliere, come ha fatto per gli assessori, mettendo al primo posto sempre l’umiltà. Poi il commissario Croce ha consegnato la fascia tricolore ad Accorinti, e il passaggio delle consegne è avvenuto in segreto. La fascia tricolore sulla maglietta No ponte, simbolo di tanti anni di lotte civili condotte dal professore in bicicletta, ma a questo proposito Accorinti ribadisce che questa è una battaglia chiusa: “E’ durata per troppo tempo, perciò dato che ormai la società stretto è quasi morta, oggi forse siamo ormai all’epilogo”. E sulla sua vittoria dice: “Siamo contenti per la città, è un lavoro duro che ci aspetta però il cambio di rotta è netto e deve coinvolgere tutti i cittadini. Non saremo noi, assessori e sindaco a cambiare la città, ma tutti i cittadini”.