Ospedale di Polistena, salvi i posti letto. D’Agostino: “Premiata la capacità di dialogo”

ospedale-polistena«È stato giusto mantenere i 30 posti letto in Medicina, all’Ospedale di Polistena e i 42, complessivamente, nella Piana, con i 12 posti letto dell’Ospedale di Gioia Tauro, correggendo nell’immediatezza una decisione, quella di portare a 20 i posti letto in medicina a Polistena, che appariva ingiustificata e difficilmente sopportabile per l’insieme dei cittadini della Piana».

A sostenerlo è il consigliere provinciale di “A Testa Alta”, Francesco D’Agostino, che sin da subito si era mobilitato, chiedendo al Presidente della Giunta, Giuseppe Scopelliti, al Direttore generale dell’Asp, Rosanna Squillacioti e al Direttore sanitario dell’Asp, Francesco Sarica, di correggere questa decisione davvero ingiusta per le comunità della Piana. «A questo proposito è giusto ricordare come con la chiusura dei nosocomi di Palmi, Taurianova e Oppido Mamertina, i posti letto in Medicina negli ospedali della Piana erano già stati dimezzati passando da 81 a 42».

Secondo D’Agostino è stato un fatto «indubbiamente positivo, in questo caso, la capacità di ascolto e soprattutto la scelta di correggere senza indugi una decisione di per sé penalizzante da parte di tutte le autorità, a partire dal Presidente Scopelliti, cui era stata indirizzata la sua richiesta. Sarebbe opportuno che questo orientamento e questa capacità di agire tempestivamente, si manifestassero, in termini più generali, anche sul quadro generale delle questioni che afferiscono la sanità della Piana, con particolare attenzione a quella pubblica». Nell’affermare questo, sostiene ancora D’Agostino, «non siamo spinti né da pregiudizio né da campanilismo, ma solo dalla volontà di rappresentare gli interessi e i diritti essenziali delle nostre comunità. Ed è proprio partendo da queste premesse che abbiamo sentito il bisogno di sottolineare un risultato positivo e di riconoscere il merito di chi ha saputo ascoltare e correggere una decisione ingiusta».