Ospedale Castrovillari, incontro tra il Presidente Scopelliti e una delegazione dei sindaci dell’area del Pollino della Sibaritide e della Valle dell’Esaro

scopelliti

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta –  ha ricevuto, a palazzo Alemanni, una delegazione dei sindaci dell’area del Pollino della Sibaritide e della Valle dell’Esaro per un confronto sull’ospedale spoke di Castrovillari. L’incontro è avvenuto alla presenza del Sindaco di Castrovillari e presidente del Comitato territoriale Mimmo Lo Polito, e dei consiglieri regionali Giulio Serra e Gianluca Gallo.

All’attenzione del governatore e commissario ad acta Scopelliti è stato sottoposto un documento sottoscritto dal tavolo permanente per la sanità (che coinvolge la conferenza dei sindaci il mondo associazionistico, le rappresentanze politico-istituzionali e sindacali del territorio) in cui vengono specificate le questioni prioritarie da affrontare per superare le criticità riscontrate – si legge nel documento – “per la mancata attuazione del decreto 18 del 2010, del decreto 106 del 2011 e del decreto 103 del 2012”.

Il Presidente Scopelliti, dopo aver ascoltato le istanze e le denunce sulle problematiche connesse alla gestione del presidio ospedaliero di Castrovillari, ha assunto l’impegno di convocare una riunione nelle prossime settimane alla quale prenda parte anche il Direttore generale dell’Asp di Cosenza Gianfranco Scarpelli.

“Ho accolto con molto favore la possibilità di un incontro – ha dichiarato il Presidente Scopelliti – proprio perché ritengo sia fondamentale l’ascolto delle istanze dei territori per rendere più incisiva e efficace la nostra azione di riorganizzazione razionalizzazione del settore nella nostra regione, dopo anni e anni di mancata gestione e programmazione. Tengo a ribadire che l’ospedale spoke di Castrovillari non è mai stato penalizzato. Fatta questa precisazione è mia ferma intenzione superare le criticità rilevate chiarendo, punto per punto, con il dg Scarpelli le motivazioni della mancata attuazione dei decreti che io stesso ho firmato e sono diretta espressione dell’indirizzo che ho voluto dare alla riorganizzazione della rete ospedaliera regionale. Dobbiamo rendere funzionante quanto previsto dal piano per dare risposte concrete ai cittadini. Oggi non ci è possibile venir meno a quelle che sono le indicazioni ministeriali e ho chiesto ai manager di individuare le strategie per garantire la piena funzionalità delle strutture ospedaliere e dare risposte immediate ai territori. Il nostro obiettivo è azzerare al più presto il deficit per liberare risorse da investire in questo ed in altri settori e stiamo studiando con Agenas una rimodulazione del piano operativo che, se verrà accolta al tavolo Massicci, ci consentirà di aumentare i posti letto anche nel cosentino.

Ci stiamo impegnando per ristabilire una situazione di normalità con l’obiettivo di garantire il diritto alla salute di tutti i cittadini calabresi. Abbiamo migliorato decisamente i bilanci ed al contempo abbiamo innalzato la qualità dei servizi sanitari offerti con indicatori che ci confortano sulla bontà della strada intrapresa”.