‘Ndrangheta, operazione “Vittorio Veneto”: tutti i dettagli e le foto sugli arresti di oggi nella Piana

Bruzzese Giuseppe.jpgI Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria nei confronti di 8 persone, ritenute appartenenti e contigue alla ‘ndrangheta nelle sue articolazioni territoriali denominate cosche “FORIGLIO” e “PETULLÀ”, operanti a Cinquefrondi (RC) e territori limitrofi, responsabili a vario titolo di:

  • associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope del tipo cocaina;
  • spaccio in concorso di ingenti quantitativi di cocaina;
  • detenzione e porto illegale di armi da fuoco.

L’operazione, denominata Vittorio Veneto, scaturisce dall’arresto, il 20 luglio 2012, di BASILE Carmelo e GIORDANO Francesco, trovati in possesso di circa 600 grammi di cocaina nel corso di un servizio di controllo della circolazione stradale.

L’attività investigativa condotta dai Carabinieri – che si è avvalsa successivamente anche delle dichiarazioni del neo collaboratore di giustizia BASILE Carmelo – ha consentito di ricostruire tutte le fasi della filiera del narcotraffico, dall’acquisto, al trasporto e allo smercio nei mercati dell’Italia settentrionale, avente come base operativa Cinquefrondi ed ha confermato la sussistenza di un gruppo di soggetti appartenenti e contigui alla ‘ndrangheta.

Nel corso delle perquisizioni, sono state rinvenute armi e munizioni a disposizione del sodalizio criminale e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Gli arrestati sono:

  • GIOVINAZZO Andrea, cl. 91, Cinquefrondese;
  • BRUZZESE Giuseppe, cl. 92, Cinquefrondese;
  • PAPASIDERO Vincenzo, cl. 81, Cinquefrondese;
  • PRIMERANO Giuseppe, cl. 73, Cinquefrondese;
  • IERACE Riccardo, cl. 88, Cinquefrondese;
  • GIORDANO Francesco, cl. 80, Cinquefrondese.

Il Pubblico Ministero, nella persona del Procuratore della Repubblica Aggiunto, dott. Michele Prestipino Giarritta, del Sostituto Procuratore della Repubblica Distrettuale, dott.ssa Adriana Sciglio e del Sostituto Procuratore della Repubblica dott.ssa Annamaria Frustaci; visti gli atti del procedimento penale indicato in epigrafe nei confronti, tra gli altri, di:

  1. IERANO’ Rocco Francesco, nato a Cinquefrondi il 25.08.1972, ivi residente in via C. Alvaro II Trav. n. 3;
  2. GIOVINAZZO Raffaele, nato a Polistena il 13.10.1984 e residente in Cinquefrondi in via San Michele n. 6;
  3. BRUZZESE Giuseppe, nato a Polistena il 26.04.1992, ivi residente in Cinquefrondi C.da Gunnari n. 6;
  4. PAPASIDERO Vincenzo, nato a Cinquefrondi il 15.05.1981, residente a Polistena in c.da Carranza n. 8 P.1;
  5. PRIMERANO Giuseppe, nato a Taurianova il 16.05.1973, residente a Cinquefrondi in c.da Grecà snc;
  6. GIOVINAZZO Andrea, nato a Polistena il 02.12.1991 e residente in Cinquefrondi in via San Michele n. 6;
  7. IERACE Riccardo, nato a Cinquefrondi il 12.10.1988 e ivi residente in via Manfroce 4;
  8. BASILE Carmelo, nato a Messina il 7 agosto 1979, attualmente detenuto per altra causa;
  9. GIORDANO Francesco, nato a Messina il 10.08.1980, residente a Saponara (ME), piazza Immacolata 10;
  10. GIOVINAZZO Gianluca, nato a Polistena il 04.02.1986 e attualmente detenuto;
  11. GIOVINAZZO Demetrio, nato a Polistena il 08.10.1988 e attualmente detenuto;