‘Ndrangheta, operazione “Vittorio Veneto”: tutti i dettagli e le foto sugli arresti di oggi nella Piana

/

Bruzzese Giuseppe.jpgI Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria nei confronti di 8 persone, ritenute appartenenti e contigue alla ‘ndrangheta nelle sue articolazioni territoriali denominate cosche “FORIGLIO” e “PETULLÀ”, operanti a Cinquefrondi (RC) e territori limitrofi, responsabili a vario titolo di:

  • associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope del tipo cocaina;
  • spaccio in concorso di ingenti quantitativi di cocaina;
  • detenzione e porto illegale di armi da fuoco.

L’operazione, denominata Vittorio Veneto, scaturisce dall’arresto, il 20 luglio 2012, di BASILE Carmelo e GIORDANO Francesco, trovati in possesso di circa 600 grammi di cocaina nel corso di un servizio di controllo della circolazione stradale.

L’attività investigativa condotta dai Carabinieri – che si è avvalsa successivamente anche delle dichiarazioni del neo collaboratore di giustizia BASILE Carmelo – ha consentito di ricostruire tutte le fasi della filiera del narcotraffico, dall’acquisto, al trasporto e allo smercio nei mercati dell’Italia settentrionale, avente come base operativa Cinquefrondi ed ha confermato la sussistenza di un gruppo di soggetti appartenenti e contigui alla ‘ndrangheta.

Nel corso delle perquisizioni, sono state rinvenute armi e munizioni a disposizione del sodalizio criminale e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Gli arrestati sono:

  • GIOVINAZZO Andrea, cl. 91, Cinquefrondese;
  • BRUZZESE Giuseppe, cl. 92, Cinquefrondese;
  • PAPASIDERO Vincenzo, cl. 81, Cinquefrondese;
  • PRIMERANO Giuseppe, cl. 73, Cinquefrondese;
  • IERACE Riccardo, cl. 88, Cinquefrondese;
  • GIORDANO Francesco, cl. 80, Cinquefrondese.

Il Pubblico Ministero, nella persona del Procuratore della Repubblica Aggiunto, dott. Michele Prestipino Giarritta, del Sostituto Procuratore della Repubblica Distrettuale, dott.ssa Adriana Sciglio e del Sostituto Procuratore della Repubblica dott.ssa Annamaria Frustaci; visti gli atti del procedimento penale indicato in epigrafe nei confronti, tra gli altri, di:

  1. IERANO’ Rocco Francesco, nato a Cinquefrondi il 25.08.1972, ivi residente in via C. Alvaro II Trav. n. 3;
  2. GIOVINAZZO Raffaele, nato a Polistena il 13.10.1984 e residente in Cinquefrondi in via San Michele n. 6;
  3. BRUZZESE Giuseppe, nato a Polistena il 26.04.1992, ivi residente in Cinquefrondi C.da Gunnari n. 6;
  4. PAPASIDERO Vincenzo, nato a Cinquefrondi il 15.05.1981, residente a Polistena in c.da Carranza n. 8 P.1;
  5. PRIMERANO Giuseppe, nato a Taurianova il 16.05.1973, residente a Cinquefrondi in c.da Grecà snc;
  6. GIOVINAZZO Andrea, nato a Polistena il 02.12.1991 e residente in Cinquefrondi in via San Michele n. 6;
  7. IERACE Riccardo, nato a Cinquefrondi il 12.10.1988 e ivi residente in via Manfroce 4;
  8. BASILE Carmelo, nato a Messina il 7 agosto 1979, attualmente detenuto per altra causa;
  9. GIORDANO Francesco, nato a Messina il 10.08.1980, residente a Saponara (ME), piazza Immacolata 10;
  10. GIOVINAZZO Gianluca, nato a Polistena il 04.02.1986 e attualmente detenuto;
  11. GIOVINAZZO Demetrio, nato a Polistena il 08.10.1988 e attualmente detenuto;