‘Ndrangheta, il video-messaggio di Lo Giudice integrale (5 minuti di video)

lo giudice«Mi hanno minacciato che se non avrei raccontato quello che a loro piaceva mi avrebbero spedito indietro e al 41bis. Mi hanno intimidito». È un passaggio del memoriale fatto recapitare da Nino Lo Giudice, il boss della cosca reggina che è scomparso dalla località protetta dove era detenuto agli arresti domiciliari dopo avere deciso di collaborare.
Lo Giudice ritratta tutte le dichiarazioni fatte in precedenza e accusa i magistrati della Dda di Reggio Calabria di avere fatto pressioni «dandomi l’ultimatum», afferma Lo Giudice. Il video integrale: