‘Ndrangheta, il procuratore De Raho sulla scomparsa di Lo Giudice: “E’ una vicenda delicata, stiamo cercando di capire”

Federico_Cafiero_De_Raho ”Stiamo cercando di capire, e’ prematuro fare ogni valutazione“. E’ quanto afferma il procuratore di Reggio Calabria Federico Cafiero De Raho conferma la scomparsa del collaboratore di giustizia Antonino Lo Giudice. Non si hanno sue notizie da circa 48 ore. La compagna non lo ha trovato nella localita’ protetta in cui il pentito si trova agli arresti domiciliari e ha dato l’allarme. “Dovremo capire se si e’ trattato di un allontanamento volontario“, ha sottolineato il procuratore incontrando i giornalisti al termine di un vertice in procura al quale hanno partecipato gli aggiunti Nicola Gratteri, Michele Prestipino e Ottavio Sferlazza, e i due sostituti Antonio De Bernardo e Giuseppe Lombardo. ‘‘E’ una vicenda delicata sulla quale l’ufficio ha avviato le indagini che rientrano nella sua competenza”.  Cafiero De Raho ha assunto personalmente la direzione dell’inchiesta sulla scomparsa di Lo Giudice, che ha avviato insieme ai tre procuratori aggiunti dell’ufficio.