Musumeci su appalti truccati: “In Sicilia c’e’ una questione morale grande come un oceano e quasi tutti fanno finta di non vedere”

 Nello Musumeci‘In Sicilia c’e’ una questione morale grande come un oceano e quasi tutti hanno fatto finta e fanno finta di non vedere”. E’ quanto dichiara il presidente della commissione regionale Antimafia, Nello Musumeci, commentando i risvolti dell’inchiesta della Procura di Palermo sull’utilizzo di fondi Ue che ha portato all’arresto 17 persone, tra cui due ex assessori e dipendenti della Regione, e coinvolge anche 5 deputati regionali indagati a vario titolo per corruzione, finanziamento illecito e turbativa d’asta. ”Quello che e’ accaduto - sostiene Musumeci - e’ l’ennesimo capitolo di una lunga storia che ha caratterizzato, almeno negli ultimi decenni, la gestione della politica alla Regione, la politica non riesce a darsi un’etica della responsabilita”. E ”se la politica non riesce a individuare e a rispettare il limite oltre il quale non puo’ e non deve andare, finisce inconsapevolmente col delegare alle Procure della Rapubblica il compito di definire confini, codici, regole: e sono guai’‘. Musumeci punta il dito verso i continui cambi di casacca in Assemblea. ”L’eccessiva mobilita’, gia a inizio di legislatura, mi preoccupa e non promette nulla di buono – osserva - Questo fenomeno, antico e assolutamente degenerato, non si alimenta di crisi ideologiche ma di una smania di potere sempre piu’ disarmante e incontrollata’‘. Musumeci non entra nel merito delle accuse ai singoli parlamentari, ma sottolinea di provare ”tanta amarezza e rabbia al tempo stesso, e voglio davvero augurarmi che ognuno, aldila’ delle appartenenze, possa riuscire a dimostrare l’estraneita’ ai fatti contestati”. Intanto, suggerisce l’introduzione ‘‘di nuove regole”, adottando ”penalizzazioni” nei confronti di ”chi cambia gruppo parlamentare e schieramento, materia che non pregiudica la norma costituzionale”. ”Un tentativo va fatto – aggiunge - e conoscendo la sensibilita’ del presidente dell’Ars, Ardizzone, penso che l’iniziativa possa prendere corpo, con l’intesa tra tutti i gruppi’‘.