Metromare, la Boldrini risponde ai pendolari. Domani vertice a Roma

aliscafo metromareSe la questione Metromare dovesse trovare una soluzione positiva, come si auspica, il merito sarebbe in buona parte dei cittadini, i fruitori della Metromare, che dopo la petizione avviata nei giorni scorsi e sottoscritta da oltre 1000 pendolari, hanno fatto giungere la loro richiesta di aiuto addirittura a Montecitorio.

Il portavoce del comitato dei pendolari, Massimo Donati, solo ieri aveva inviato una e-mail alla Presidente della Camera, Laura Boldrini, e già oggi la risposta è arrivata; la Segreteria di Presidenza ha comunicato che la lettera inviata dai cittadini delle due sponde dello Stretto è già stata inoltrata alla Commissione Trasporti affinchè “si possano assumere tutte le iniziative che si riterranno appropriate”.CAMERA: BOLDRINI, MOLTO EMOZIONATA E TANTO LAVORO DA FARE

Se il problema Metromare, che sta affliggendo studenti, lavoratori e turisti di Reggio e Messina, è sul tavolo di Montecitorio, il merito è dunque anche della gente comune, che dopo la notizia di oggi che non lasciava alcuna speranza alla continuazione del servizio dopo il 28 giugno, si è rivolta ai “piani alti” dello Stato, gli unici in grado di risolvere seriamente la questione.

Bisogna tuttavia informare i lettori che anche la politica locale si sta muovendo; dalla pagina Twitter del governatore calabrese, Giuseppe Scopelliti, si apprende che domani si incontreranno a Roma il Ministro dei Trasporti Lupi e gli assessori competenti di Calabria e Sicilia.

Eppur si muove qualcosa…speriamo stavolta nel verso giusto!