Messina, gli auguri della Cgil al nuovo sindaco, Oceano: “Affrontare subito la crisi del lavoro e il disagio sociale”

oceanoLillo Oceano, segretario generale della Cgil di Messina, in una nota formula al nuovo sindaco i propri auguri e sollecita interventi urgenti per il lavoro e contro il disagio.

La lunga campagna elettorale si è conclusa, Messina ha il nuovo Sindaco al quale la Cgil di Messina formula i migliori auguri di buon lavoro. Anche perché di  lavoro da fare ce n’è tanto e i problemi da affrontare drammatici e impegnativi.  A partire da quelli dei tanti che hanno perduto il lavoro, rischiano di perderlo, non vengono pagati da mesi  o non hanno reddito sufficiente per sopravvivere, o come i  giovani che non trovano alcun impiego, stabile o precario, e sono costretti ad andar via – scrive Oceano-. Non tutte le soluzioni a questi problemi sono alla portata dell’Amministrazione comunale, chiunque la guidi, ma molto si può e si deve fare.

A partire dal nodo dei conti del Comune e delle partecipate,dalla ricostruzione di servizi pubblici efficienti insieme alla revisione di imposte e tributi e tariffe comunali in direzione di maggiore giustizia fiscale e dell’equità,  e alle misure per il lavoro,  per il contrasto alla povertà, per il rilancio dell’economia cittadina.

Lungo e noto l’elenco: garantire il regolare pagamento degli stipendi ai lavoratori che ruotano attorno all’azienda Comune; stabilizzare i lavoratori dei servizi che hanno caratteristiche di continuità; rendere produttivo il funzionamento dei servizi pubblici, in modo che assicurino risorse e generino reddito; riorganizzare la macchina comunale per migliorare la qualità dei servizi ai cittadini e rendere più efficace il supporto alle imprese; realizzare un moderno sistema di welfare per combattere le disuguaglianze e contrastare solitudine e povertà; progettare e programmare interventi di riqualificazione urbana, a partire dal patrimonio pubblico; occuparsi realmente e fattivamente delle troppe vertenze che si trascinano da anni e non trovano soluzione; individuare le vocazioni economiche della Città sulle quali puntare, privilegiando quelle capaci di generare sviluppo ecosostenibile e  buona occupazione.

Questo è ciò che il mondo del lavoro si aspetta dal nuovo Sindaco di Messina. Bisogna fare presto, senza perdere altro tempo. Ne va del futuro, certamente, senza scordare – conclude il dirigente sindacale- che per molti messinesi già oggi il presente è  una condizione difficilissima sulla quale si deve intervenire  subito, restituendo  speranza e avviando un cambiamento concreto”.