Messina, elezioni amministrative, “Reset!” e Tinaglia prendono i primi impegni con i cittadini

images“Nel corso del a conferenza stampa di oggi- dicono dal movimento Reset- , il nostro movimento ed il candidato Sindaco Alessandro Tinaglia hanno tracciato un bilancio del lavoro, lungo due anni, che verrà sottoposto al giudizio dei Messinesi alle prossime elezioni del 9 e 10 giugno. Durante l’incontro sono stati illustrati i principali impegni presi con la cittadinanza in caso di elezione e le principali azioni, contenute nel ME-Lab, da attuare nei primi 100 giorni di governo della città:
1. Presentazione del nuovo Piano di riequilibrio decennale finalizzato ad evitare il dissesto. reset! ha già presentato il piano ad Aprile e lo ha simbolicamente consegnato al Commissario Croce durante l’incontro del 5 Giugno.
2. Riorganizzazione della macchina comunale al fine di garantire attraverso le cospicue risorse umane a disposizione dell’amministrazione tutti i servizi essenziali (servizi sociali, trasporto pubblico, raccolta e smaltimento rifiuti, acqua, etc..)
3. Predisposizione delle attività necessarie alla costituzione della compagnia pubblica (comune/regione siciliana) di traghettamento. Proprio ieri reset! ha consegnato al Presidente Crocetta lo studio di fattibilità tecnico-economico già presentato alla cittadinanza n mese di dicembre 2012. Crocetta ha preso l’impegno di dare una risposta a breve. Tale risposta, ed i tempi della stessa, dimostreranno se il Presidente della Regione sia o meno interessato a sostenere la città con azioni concrete. La società pubblica di traghettamento porterebbe introiti per le casse del comune di Messina pari a 140.000.000 di euro nei prossimi 10 anni.
4. Avvio di tutte le procedure necessarie ed anche queste già presentate alla città finalizzate alla riorganizzazione ed al funzionamento dei servizi sociali nel rispetto dei diritti dei cittadini e dei lavoratori. Attivazione di un sistema di monitoraggio con le associazioni di volontariato per l’eliminazione delle barriere architettoniche, fisiche e culturali.
5. Sospensione del traffico diurno dei tir che utilizzano la rada San Francesco.
6. Avvio di tutte le procedure già presentate alla città atte a risolvere il problema ATM ed a garantire un trasporto pubblico locale adeguato alla terza città Siciliana e certezza ai lavoratori. reset!, entro il primo anno di amministrazione, renderà gratuito l’utilizzo del mezzo pubblico locale (bus, tram e metroferrovia).
7. Creazione delle SRR e miglioramento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Razionalizzazione e riorganizzazione delle risorse umane salvaguardando il servizio ed i livelli occupazionali
8. Redazione e presentazione del Piano di Marketing Territoriale e del marchio “ME-Lab”
9. Accordi di Programma con i tre CNR e con l’Università al fine di promuovere le eccellenze anche internazionali nel campo della ricerca e della prototipazione
10. Avvio delle procedure utili alla costituzione del “consorzio green”. Il consorzio agricolo per la produzione di vino doc, olio e limoni dop. Il consorzio green, i cui prodotti saranno marchiati “ME-Lab”, sarà costituito tra i proprietari delle aree agricole abbandonate e da riutilizzare, il Comune di Messina e gli imprenditori agricoli.
11. Avvio delle procedure utili alla costituzione del “consorzio energetico”. Il consorzio sarà costituto dal comune e da tutti i condomini interessati all’utilizzo di energie rinnovabili.
12. Avvio delle procedure utili alla costituzione dell’albergo diffuso attraverso la partecipazione dei proprietari di immobili già esistenti, nel centro cittadino e nei villaggi storici, sfitti e disponibili.
13. Avvio delle procedure utili alla costituzione di Centri Commerciali Naturali di concerto con Confcommercio e con gli imprenditori interessati
14. Avvio delle procedure necessarie all’affidamento del Polo Sportivo Strategico di San Filippo
15. Impegno a dimettersi a metà mandato nel caso in cui non si riuscisse ad attuare il ME-Lab

La campagna elettorale- concludono- si chiuderà oggi Piazza Cairoli alle ore 19,00 con un comizio al quale si invita a partecipare tutta la cittadinanza”.