Messina, concessione stadi: annullata la condanna per Vincenzo Franza, nuovo processo a Reggio Calabria

foto d'archivio

foto d’archivio

Nella vicenda dell’abuso d’ufficio per lo sfruttamento commerciale degli impianti Giovanni Celeste e San Filippo per 15 anni siglata tra l’allora Fc Messina e il Comune nel 2005, che vede coinvolto l’ing. Vincenzo Franza come ex vice presidente della società calcistica Fc Messina, la Cassazione azzera la pena di un anno decisa in appello e dispone un nuovo processo a Reggio Calabria.

La VI sezione penale della Cassazione ha infatti annullato la sentenza con cui il 14 novembre scorso la corte d’appello di Messina aveva deciso la condanna a un anno con pena sospesa e ha quindi rinviato la questione alla corte d’appello di Reggio Calabria per un nuovo giudizio.