Messina, Accorinti sindaco, Calabrò: “La mia coalizione avrebbe potuto fare di più, crederci come ho fatto io”

calabròLa citta’ ha scelto, sono sereno, faccio i miei migliori auguri a Renato Accorinti”. Cosi’ Felice Calabro’, candidato a sindaco di Centrosinistra al Comune di Messina che al ballottaggio e’ stato superato dal leader del movimento ”No Ponte” dopo avere fallito l’elezione al primo turno per soli 59 voti. ”Non ho alcun rimpianto o rammarico – ha detto ancora Calabro’ – ho fatto tutto secondo la mia volonta’, non cambierei nulla delle mie scelte. La coalizione avrebbe potuto fare di piu’, avrebbe dovuto credere un po’ di piu’ come ci ho creduto io che ho dato tutto me stesso. E’ chiaro che qualcosa non ha funzionato, e’ montato nelle ultime due settimane un voto di antisistema, spero che nessuno se ne debba pentire”. Il candidato del centrosinistra ha aggiunto di ”non avere rimpianti nemmeno per quel ricorso non presentato dopo l’esito del primo turno, perso per soli 59 voti. Il mio amore per Messina – ha spiegato – mi ha portato a decidere cosi’. Adesso la nostra stella polare resta la citta’, io continuero’ a fare politica all’interno del mio partito perche’ sono un dirigente del Pd, saro’ presente se Renato dara’ alla citta’ quelle soluzioni di cui ha bisogno e anche i miei consiglieri”. ”Mi dispiace – ha concluso – per le cattiverie che hanno alimentato le ultime due settimane di campagna elettorale, si e’ voluta un impostare una campagna contro gli spettri e questo non ci ha fatto bene”.