Mercato Reggina: la prossima settimana si decide per Nicolas Viola, Rizzo e Laverone. Grandi manovre in vista della stagione del centenario

nicolas violaLa Reggina deve ancora scegliere chi sarà l’allenatore della prossima stagione: il Presidente Foti non ha alcuna fretta, dopotutto Dionigi l’anno scorso arrivò il 2 luglio, Breda due anni fa il 23 giugno, Atzori tre anni fa il 16 giugno e Novellino 4 anni fa l’11 giugno. In serie B, inoltre, solo pochissime squadre hanno già la certeza sul prossimo allenatore: Drago a Crotone, Novellino a Modena, Marino a Pescara e Boscaglia a Trapani. Solo 4 su 22, per il resto tante chiacchiere, serrate trattative ma nessuna ufficialità! Finchè il Chievo Verona in serie A non occuperà la propria panchina, tanti mister si manterranno liberi perchè sognano di allenare nella massima serie, così come qualcuno pensa anche al dopo-Mangia per l’Under 21.
Giacchetta4Foti e Giacchetta sono comunque a Milano. Il ds ha spiegato che “speriamo di poter annunciare il nuovo allenatore prima del weekend, vogliamo chiudere in fretta, non possiamo più aspettare“. Non si può più aspettare perchè la prossima settimana e precisamente alle ore 19 di giovedì 20 giugno è fissata la scadenza per le comproprietà. La Reggina ha 10 giocatori in comproprietà e vuole confrontarsi con il nuovo allenatore per capire cosa fare. In attacco Fischnaller e Gerardi dovrebbero rimanere in riva allo Stretto, così come D’Alessandro sull’out di destra. Tra gli altri, oltre ai giocatori ancora giovani e impegnati nelle categorie minori a farsi le ossa, ci sono tre grandi ex: Nicolas Viola (Palermo), Giuseppe Rizzo (Pescara) e Lorenzo Laverone (Sassuolo). Si tratta di 3 giocatori di grande spessore, da vertice assoluto per un centrocampo di serie B di una squadra ambiziosa che vuole salire in serie A. Soprattutto Nicolas Viola rappresenta un lusso per la serie cadetta, e potrebbe tornare a Reggio di fronte a una ferma volontà della società amaranto di strapparlo al Palermo. Il Pescara, invece, ha intenzione di tenere Rizzo, mentre il Sassuolo sta ancora riflettendo sul futuro di Laverone, che potrebbe rimanere con i neroverdi emiliani anche in serie A. Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni.
Reggina Calcio v Ascoli Calcio - Serie BIntanto, a proposito di ritorni, anche Castiglia e Alessio Viola rientreranno dopo le esperienze di Catanzaro e Carpi. E proprio in base al prossimo allenatore si capirà se puntare o meno su di loro. E sempre in base al confronto tra la società e il nuovo allenatore si dovrà capire quale sarà il futuro del capitano, Simone Rizzato, che è in scadenza di contratto. Se rientrerà nei piani tecnici, la società dovrebbe rinnovargli il contratto, ma dipenderà tutto dal parere del nuovo mister. E’ invece scontata la partenza di Sarno, che va via a parametro zero. Anche Freddi dovrebbe andar via, mentre Lucioni e Bergamelli dovrebbero rimanere. Scontata anche la permanenza dei due big, Di Michele e Colucci, così come anche quella di Campagnacci e Barillà. Adejo ha qualche timida richiesta dalla serie A, ma alla fine dovrebbe rimanere anche quest’anno.
Per quanto riguarda l’allenatore, Foti insiste: “ho le idee chiare, sono fortemente motivato, desidero regalare grandi emozioni per i 100 anni della Reggina e i 3.000 sostenitori che hanno sottoscritto gli abbonamenti a scatola chiusa hanno dato maggiore valore al nostro progetto. Io ci sono, con un entusiasmo che negli ultimi anni avevo smarrito. La Reggina avrà un allenatore importante. Sarà un tecnico che farà giocare la squadra sempre in modo aggressivo e per tutta la partita. Attraverso la qualità del fioco che il nuovo allenatore dovrà dare alla squadra, la Reggina potrà ritrovare i livelli che si addicono alla sua storia e dare risposte puntuali alle attese dei tifosi”.
foti regginaIntanto il Presidente Foti ha confermato la tournée negli Usa e a New York, dove dovrebbe svolgersi la seconda parte della programmazione estiva. “Per la nostra società sarebbe una grande opportunità, varcando i confini nazionali” ha detto Foti, che ha aggiunto l’organizzazione di una serie di eventi per il Centenario della società, coinvolgendo molti giocatori del passato, i più rappresentativi. “Non sarà una stagione qualsiasi – ha aggiunto il Presidente – e ci auguriamo che sul campo la squadra onori questo glorioso compleanno e faccia di tutto per disputare un campionato importante“.