Locri, il comune riceve altalena per disabili ma viene distrutta

images“Il gesto nobile e lodevole di un cittadino locrese, il signor Cosimo Romeo, padre di un ragazzo diversamente abile, che ha donato al Comune di Locri un’altalena per ragazzi disabili, da lui realizzata, installata al parco giochi sul lungomare di Locri, non può, oggi, essere messo in secondo piano, ma siamo costretti, invece, a sole poche ore dalla donazione, di riportare che gente vigliacca si è arrogato il diritto di distruggerla”. È quanto rende noto il Comune con un comunicato stampa. Stamattina il cittadino locrese si è recato al Comune e simbolicamente ha consegnato la donazione al sindaco della città, Giovanni Calabrese che ha espresso parole di elogio e di gratitudine al signor Romeo per l’impegno e l’interesse nei confronti dei ragazzi svantaggiati.

“È un gesto nobile che testimonia la sensibilità del genitore e vuole essere un input a proseguire verso questo modo di operare a favore e a sostegno dei più svantaggiati. Grazie a lui, oggi, tutti i bambini, normodotati o diversamente abili, potranno giocare allegramente, rivendicandone anche i diritti di tutti quei bambini che, purtroppo, vivono in situazioni più complicate- aveva detto il sindaco durante la visita del genitore in Municipio. “La notizia, purtroppo, dell’atto vandalico, proprio ai danni dell’altalena, causandone la distruzione, ha suscitato disgusto in tutti noi- ha detto il primo cittadino, dopo poche ore. Condanniamo il gesto e chiederò un immediato intervento alle Autorità competenti perché questi atteggiamenti vili, quasi animaleschi, non possono passare inosservati. Purtroppo abbiamo constatato che non si è trattato di una bravata o di un uso improprio della giostra, ma una evidente intervento meschino che induce ancora più all’indignazione. Sarà compito del Comune, ripristinare la giostra realizzata dal signor Romeo e il nostro impegno sarà quello di vigilare attentamente affinché i cittadini, tutti, possano usufruire di spazi accessibili e tranquilli. Isoliamo ed ignoriamo quei pochi, per fortuna, cittadini, se tali possono essere chiamati, che pensano di essere padroni della città”.

L’Amministrazione comunale, sin da subito, tra i primi interventi, ha destinato la propria attenzione al parco ludico, essendo stato oggetto di ripetuti atti vandalici e rimasto per molto tempo trascurato e nel degrado. È stata avviata la riqualificazione del parco giochi e, dopo l’intervento e il contributo di molti cittadini volontari e ditte sensibili, che subito dopo l’ insediamento dell’Amministrazione Calabrese, hanno lavorato per ripristinare e bonificare l’area, grazie anche al lavoro di alcuni dipendenti comunali, si procederà, adesso, a migliorarne le condizioni e mantenerlo pulito ed accessibile, perché uno spazio riservato ai bambini, è un bene prezioso e pertanto, è indispensabile la collaborazione di tutti i cittadini. La città di Locri, i veri cittadini locresi continuano, anche in silenzio, con amore e dedizione, a lavorare per ridare dignità e civiltà a questo territorio”.