GDM: arriva Auchan, ma i lavoratori scontenti scrivono ad Arena

gdmLe notizie delle ultime ore danno quasi per certo lo “sbarco” della Auchan in città; dopo il rilevamento di 10 punti vendita ex GDM da parte dell’imprenditore Bonina, si sarebbe concluso l’accordo tra il proprietario dell’immobile, che ospitava il Quiper (ex Fiat) e il gruppo Noto.

Con un punto interrogativo che riguarda ancora una volta il destino della forza lavoro ex Gdm; i contorni dell’operazione non sono ancora stati resi noti, ma sembrerebbe che al gruppo Noto-Auchan non sia stata imposta alcuna clausola di “assorbimento” degli ex dipendenti.

La risposta dei dipendenti alla notizia dell’accordo non è tardata ad arrivare per il tramite di una missiva indirizzata all’Assessore regionale alle attività produttive, Demetrio Arena.demetrio arena

E’ stato richiesto l’intervento della Regione proprio per la complessa questione della forza lavoro; l’offerta maggiore, secondo quanto sostenuto dalle sigle sindacali, riguarderebbe solo 150 “teste equivalenti” reputata dagli stessi lavoratori “un’offesa alla dignità dei lavoratori”.

Gli ex dipendenti, perciò, sollecitano l’intervento delle Istituzioni e della magistratura contro quelli che vengono definiti “omicidi sociali”. Di cui “vittime innocenti” sono appunto gli stessi lavoratori; nella missiva si legge altresì “speriamo che non si dimentichino di noi vittime innocenti, sì vittime perché anche se i nostri cuori battono ancora, la nostra vita è in sospeso su di un fragile filo e noi richiediamo a gran voce giustizia”.

La strada, dunque, per una positiva conclusione della vicenda GDM sembra ancora essere tortuosa.