Elezioni Messina, verso il ballottaggio, Felice Calabrò: “il risultato del primo turno è sinonimo di vittoria”

20130612_104129“Se non dovessi essere io il Sindaco la vedo dura portare avanti le politiche amministrative con solo quattro consiglieri all’interno del Civico consesso”. Numeri alla mano, Felice Calabrò, oggi in conferenza stampa parla già da “vincente”, da chi sa di aver ottenuto un risultato elettorale schiacciante sia in Consiglio Comunale che nelle Circoscrizioni. Solo per pochi voti non è riuscito ad ottenere la vittoria nel primo turno, dunque riconosce di aver ottenuto un ottimo risultato e da lì intende ripartire: “questa situazione è un paradosso – commenta Calabròc’è un evidenza pazzesca”.

“Mi sono concesso un po’ di tempo, volevo verificare. I dati emersi mi danno forza di andare avanti. Il 50% dei messinesi mi hanno votato come Sindaco, e questo credo sia un dato più che significativo. Ho deciso che nessun ricorso sarà fatto, nonostante potrei farlo visto i tanti errori che sono stati commessi in sede di spoglio. Purtroppo, il nuovo sistema di voto ha creato caos e confusione. Ma preferisco dare certezza e stabilità. Dunque che ballottaggio sia!

Nessuno credeva che avrei potuto vincere senza il ballottaggio, col senno di poi hanno avuto ragione, ma i numeri mi ricordano di aver ottenuto il 50% dei consensi in città e solo per un soffio non ho vinto al primo turno. Il risultato delle urne è assolutamente positivo tra me e Renato Accorinti c’è un distacco tale in termini di percentuale da evincere come questa prima fase della tornata elettorale sia stata comunque una vittoria.

Inoltre, all’interno del Consiglio Comunale la mia coalizione ha ottenuto 29 eletti su 40, anche se dovessi perdere lo scontro al ballottaggio sarebbe palese la vittoria della mia coalizione e di chi fino ad oggi mi ha sostenuto. Per la città di Messina esiste un’alternativa che si tradurrà in competenza e concretezza.

Voglio ringraziare gli altri candidati per i toni pacati e le buone proposte che hanno messo in campo, e colgo l’occasione per ricordare che le loro idee potranno trovare in me un Sindaco capace di ascoltare e di operare nell’interesse comune. Sarò il Sindaco di tutti. Chiunque avrà un’idea interessante per Messina sarà il benvenuto. Ma attenzione, niente inciuci”.