Elezioni Messina, risultato clamoroso: Accorinti va al ballottaggio con Calabrò!

urnaOltre 23 ore per avere i dati definitivi, anche se non ancora ufficiali, risse, confusione, verbali che hanno fatto avanti e indietro, riconteggi. Ora finalmente abbiamo un risultato per le Elezioni Comunali 2013 di Messina. O meglio non lo abbiamo. Perché, clamorosamente, dopo i primi risultati di ieri sera, si andrà al ballottaggio. E a sfidarsi saranno Felice Calabrò, il candidato di centro-sinistra che si è fermato al 49,94%, e Renato Accorinti, che conquista un eccellente 23,88%.

Boato al comitato elettorale di Accorinti appena saputi i dati ufficiali. È una grande vittoria per l’attivista No Ponte, che ha corso senza l’appoggio di nessun partito. Per tutta la notte la percentuale di Calabrò ha ballato appena al di sopra del 50%, per poi scendere sotto la soglia questa mattina. In realtà sembra che il candidato appoggiato da centro-sinistra, UDC e altri, abbia “perso” per soli 5 voti. Un’inezia, che potrebbe portare ad una richiesta di riconteggio.

Intanto domani mattina si insedierà l’Ufficio centrale elettorale, che ufficializzerà i dati e quindi proclamerà il risultato che porta al ballottaggio, ed inoltre pubblicherà anche i dati relativi ai consiglieri comunali. In caso di ballottaggio la situazione si fa però ambigua. Calabrò infatti ha ottenuto una maggioranza fortissima a livello di coalizione, con ben il 65,42%, mentre la lista Renato Accorinti Sindaco ha ottenuto solo l’8,2%. Se Accorinti dovesse spuntarla allo spareggio, si ritroverebbe in Consiglio Comunale con una netta minoranza.

Male Vincenzo Garofalo, il candidato di centro-destra, che ottiene un deludente 18,49%. Le liste a lui collegate fanno poco meglio, col 19,72%. Fuori dall’aula consiliare gli schieramenti guidati da Alessandro Tinaglia (Reset!), Gianfranco Scoglio (Nuova Alleanza), Maria Cristina Saija (Movimento 5 Stelle). Tinaglia ottiene l’1,95% come candidato e la sua lista solo l’1,3%. Poco sopra Scoglio: 2,87% di preferenze e 2,83% la lista. Flop del Movimento 5 Stelle. La Saija ottiene la stessa percentuale di Scoglio come candidata a sindaco, e solo il 2,53% come lista.