Catania, giovane in manette: ancora minorenne faceva l’esattore del pizzo per conto di un clan mafioso

Polizia_arrestoNon aveva neppure 18 anni il giovane, oggi ventenne, che è stato arrestato dalla polizia a San Giovanni La Punta (Catania). Per il ragazzo il Tribunale dei minori di Messina ha formulato una condanna a 4 anni e 15 giorni di reclusione. I reati che gli sono contestati risalgono alla primavera del 2009, quando il ragazzo faceva l’esattore del ‘pizzo’ per conto del clan mafioso catanese di Laudani ed era stato arrestato assieme ad altri tre complici, mentre stava per riscuotere un’estorsione in una struttura alberghiera di Letojanni (Messina). I titolari dell’hotel avevano sporto denuncia dopo aver subìto le prime intimidazioni, con alcune bottiglie incendiarie lasciate nei pressi dell’albergo.