Calabria: la protezione civile ha liquidato oltre 560 mila euro per abitazioni e imprese dei comuni alluvionati nel 2010

Logo-regione-Calabria-1Il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti ed il Sottosegretario alla Protezione Civile Giovanni Dima comunicano che il Settore di Protezione Civile regionale ha corrisposto ai comuni colpiti dalle alluvioni dell’autunno 2010, ed in regola con l’istruttoria, un contributo per il ristoro dei danni subiti che ammonta, complessivamente, a 566.869 euro.

Il contributo rientra tra gli aiuti di Stato, ai sensi dell’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 3918/2011, ed è finalizzato al rientro nelle unità abitative principali distrutte o gravemente danneggiate nonché alla ripresa delle attività produttive ed economiche compromesse a seguito degli eventi meteorologici avversi dell’autunno del 2010.

Nel dettaglio, il Settore Protezione Civile ha liquidato circa 79 mila euro per le abitazioni private e 487 mila euro per le imprese nei comuni di Cinquefrondi, Falconara Albanese, Montalto Uffugo, Nicotera, Reggio Calabria e Rosarno. Si tratta di comuni, ad oggi, in regola con l’istruttoria delle istanze presentate dai privati e dalle imprese mentre è in itinere il completamento delle verifiche relative alle istruttorie effettuate da ulteriori amministrazioni che beneficeranno dell’aiuto di Stato.

“Abbiamo erogato questa tranche degli aiuti di Stato – ha dichiarato il Presidente Scopelliti – per andare incontro ai cittadini ed alle imprese. Queste somme sono da intendersi quale contributo per la ripresa, in aggiunta a quanto già messo in campo, dopo gli eventi alluvionali del 2010. Nonostante le ristrettezze economiche, guardiamo sempre con molta attenzione alle esigenze del territorio”.