Brolo (Me): la rapina misteriosa. Donna denuncia effrazione, ma diversi dettagli destano sospetti

tentato furtoTerza rapina in casa in pochi mesi in un’abitazione di Brolo, in provincia di Messina. Ma stavolta i Carabinieri nutrono diversi sospetti sul “colpo”, a causa di discrepanze tra la testimonianza della donna che ha denunciato il furto e gli indizi raccolti dai militari. Una giovane mamma ha chiamato ieri pomeriggio i militari, denunciando l’irruzione in casa di due uomini, che l’avevano legata con del nastro adesivo e avevano depredato l’abitazione.

Giunti sul posto, i Carabinieri hanno subito notato diversi elementi che non coincidevano con quanto dichiarato dalla donna, o comunque anomali. Né la figlia di 3 anni, che dormiva beatamente sul letto, né i vicini di casa hanno sentito nulla, nonostante fosse primo pomeriggio. Non sono state rilevate impronte estranee ed inoltre la casa era sì messa sotto sopra, ma ancora gli eventuali oggetti portati via non sono stati quantificati. Inoltre, l’indizio più strano, le telecamere a circuito chiuso istallate dopo i precedenti furti erano disattivate.